Accolto l’appello di Unionbau volto al risarcimento danni per equivalente

0
246

Nel contenzioso, Unionbau S.p.A. è affiancata dagli avvocati Gerhard Brandstatter e Andreas Widmann; Gasser Paul S.r.l. è assistita dagli avvocati Federica Scafarelli e Giandomenico Pittelli.

La società Unionbau S.p.A. appellava prima il dispositivo e quindi la sentenza n. 201 del 2020 del Tar Bolzano, recante accoglimento dell’originario gravame; quest’ultimo era stato proposto dalla odierna appellata Gasser Paul al fine di ottenere l’annullamento del provvedimento di aggiudicazione definitiva della gara: “NOI Techpark Brunico – Lotto lavori edili” assunto da NOI S.p.A. il 16 marzo 2020.

In particolare, venivano accolte le censure, articolate nel primo e nel terzo motivo del ricorso principale, rispettivamente per la violazione dell’art. 4, comma 6 del capitolato speciale da parte dell’aggiudicataria Unionbau e per la mancata esclusione dalla gara della stessa Unionbau per violazione e falsa applicazione dell’art. 2.6 del disciplinare di gara.

Veniva invece respinto l’appello incidentale proposto dall’aggiudicataria avverso l’ammissione ed i requisiti dell’offerta della parte ricorrente Gasser Paul.

Veniva infine proposta domanda risarcitoria.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta), definitivamente pronunciando sull’appello, come in epigrafe proposto, lo accoglie limitatamente alla domanda di risarcimento danni per equivalente; per l’effetto, in parziale riforma della sentenza impugnata, condanna la stazione appaltate appellata al pagamento della somma di euro 695.808,65, oltre interessi, in favore di parte appellante.

Scopri tutti gli incarichi: Gerhard Brandstätter – Brandstätter Studio Legale; Andreas Widmann – Brandstätter Studio Legale; Giandomenico Pittelli – PMAB; Federica Scafarelli – Scafarelli Federica;