Quando il musical si intreccia alla Belle Époque

0
473
Iranyi-Stefanie
Il debutto, attesissimo, di Asher Fisch sul podio dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento per i tradizionali appuntamenti concertistici di Capodanno

Dalla famosissima Rhapsody in blue ai celeberrimi valzer di Strauss. La locandina concertistica dell’Orchestra Haydn presenta nei tradizionali appuntamenti di Fine Anno e Capodanno un ricco impaginato che comprende pagine di George Gershwin, Leonard Bernstein (da “Candide” e “West Side Story”), Franz Lehár (da “Zigeunerliebe”), Emmerich Kálmán (dalla “Csárdásfürstin”) e Johann Strauss (da “Zigenuerbaron”).

{flv width=”300″ height=”200″}fisch trento 31dic2012_1{/flv}
Dopo i concerti di Dobbiaco e Trento, martedì 1 gennaio al Kursaal di Merano (ore 17.00), mercoledì 2 gennaio all’Auditorium di Bolzano (ore 20.00) e giovedì 3 al PalaFiemme di Cavalese (ore 21) debutterà alla direzione dell’Orchestra Haydn l’israeliano Asher Fisch, che si esibirà anche in veste di solista nella Rhapsody in blue di Gershwin.

L’artista collabora regolarmente con i maggiori teatri europei e americani e con complessi sinfonici di prestigio fra cui la Israel Philharmonic Orchestra, la Chicago e la Cleveland Symphony Orchestra, la NHK Symphony Orchestra, i Münchner Philharmoniker, l’Orchestre Philharmonique de Radio France. Assieme a lui la voce solista di Stefanie Irányi.

Iranyi-StefanieStefanie Irányi è nata nel 1976 nel Chiemgau, nella Baviera meridionale. Allieva di Gabriele Fuchs, Edith Wiens e Helmut Deutsch, si è diplomata alla Hochschule für Musik di Monaco, perfezionandosi con Sena Jurinac e Sarah Walker. Nel 2004 ha vinto il Concorso Robert Schumann a Zwickau e il Concorso vocale nazionale a Berlino, ottenendo inoltre una borsa di studio dalla Fondazione Yehudi Menuhin. Il debutto in Italia è avvenuto nel 2006 nel ruolo della segretaria in The Consul di Gian Carlo Menotti al Teatro Regio di Torino. Nel 2009 e 2010 Stefanie Irányi è stata impegnata al Konzerthaus di Vienna e a Parigi con l’Europa Galante diretta da Fabio Biondi. Nel 2011 è apparsa nel Parsifal diretto da Bertrand de Billy al Teatro Regio di Torino, nella Salome diretta da Ralf Weikert al Teatro Petruzzelli di Bari e nel Rheingold concertante diretto da Lothar Zagrosek alla Fenice di Venezia. Nello scorso gennaio ha proposto in prima esecuzione assoluta assieme all’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento i Wesendonck-Lieder di Wagner nell’orchestrazione di Gustav Kuhn.

Asher Fisch collabora regolarmente con i maggiori teatri europei e americani e con complessi sinfonici di prestigio. Significative sono le sue collaborazioni con la Israel Philharmonic Orchestra, la Chicago Symphony Orchestra, la NHK Symphony Orchestra, i Münchner Philharmoniker, la Mozarteum Orchester, la NDR Hamburg Orchestra, l’Orchestre National de Lyon, l’Orchestre Philharmonique de Radio France, la Philharmonia Hungarica, la Western Australian Symphony Orchestra, le orchestre sinfoniche di Atlanta, Detroit, Bergen e Seattle.

Asher FischAsher Fisch svolge attività concertistica anche come pianista; con Daniel Barenboim ha eseguito La sagra della Primavera nella versione a quattro mani. Ha inaugurato con Parsifal la stagione 2007/2008 al Teatro San Carlo di Napoli e ha debuttato al Teatro alla Scala con La vedova allegra, successivamente ricordiamo i concerti con la Dallas Symphony Orchestra, al George Enescu International Festival, a Londra con la London Symphony Orchestra e il suo debutto nel 2009 con i Berliner Philharmoniker.