La sostenibilità ambientale di un’autostrada come Autovie Venete

0
387
Concessione A4 Venezia-Trieste
AutostradaAutovieVenetePortale1a 1Alla fiera Eos di Udine il presidente Terpin presenta il bilancio delle iniziative per rendere compatibili infrastrutture e territorio

Ultimata la fase di monitoraggio e raccolta dati, entra nel vivo il programma di Autovie Venete per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, programma che rientra nel protocollo d’intesa firmato esattamente un anno fa tra la Concessionaria e il Ministero dell’Ambiente. Alla fiera Eos in svolgimento a Udine, il presidente della società Emilio Terpin ha presentato il bilancio ambientale dell’autostrada: “Autovie Venete è una realtà energivora, basti pensare che nel 2012, per la gestione della rete autostradale ha consumato10.782 megawatt di energia elettrica; 4.974 litri di benzina e 865.914 litri di gasolio; 229.000 metri cubi di metano e 99.400 litri di gpl”. Un’attività, quella della Concessionaria, che nel 2012 ha comportato la produzione di circa 7.000 tonnellate di anidride carbonica.

A4 inaugurazione Casello Meolo presidente terpin 2 1“Consapevoli della necessità di ridurre quanto più possibile questa produzione – aggiunge Terpin – abbiamo avviato una serie di azioni specifiche e, in seguito all’accordo firmato con il ministero stiamo predisponendo la nostra ‘Carbon Footprint’, (una sorta di fotografia dell’impatto che le diverse attività hanno sulla biosfera, in rapporto alle emissioni di anidride carbonica che comportano) che ci permetterà di affinare ulteriormente gli interventi migliorativi”.

Presente a Eos con uno stand informativo sulle molteplici attività sviluppate a favore della tutela e salvaguardia ambientale, Autovie Venete negli ultimi anni ha notevolmente accelerato sulla strada della sostenibilità delle infrastrutture. “Lo sviluppo – conclude Terpin – deve necessariamente andare di pari passo con la salvaguardia del territorio di cui le infrastrutture sono parte integrante. Solo così, infatti, è garantita la qualità della vita”.