In memoriam Claudio Abbado

0
708
Abbado-Auditorium-Bolzano-Orchestra-Haydn-Mozart-2009
Abbado-Auditorium-Bolzano-Orchestra-Haydn-Mozart-2009Oggi a Bolzano, domani a Trento e giovedì a Mantova i concerti dell’Orchestra Haydn in ricordo del maestro scomparso ieri all’età di 80 anni

L’Orchestra Haydn dedica i primi concerti del cartellone 2014 alla memoria del Maestro Claudio Abbado, scomparso ieri all’età di 80 anni dopo una grave malattia. Abbado salì per la prima volta sul podio dell’Orchestra di Bolzano e Trento nel 1962 e tornò a dirigerla nell’ottobre del 2009, in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione dell’istituzione sinfonica regionale.

Oggi, martedì 21 gennaio, a Bolzano (Auditorium, ore 20), mercoledì 22 gennaio a Trento (Auditorium, ore 20.30) e giovedì 23 a Mantova (Teatro Sociale, ore 20.45), l’Orchestra Haydn diretta dall’estone Arvo Volmer proporrà l’esecuzione della Quinta Sinfonia di P. I. Čajkovskij, un lavoro che l’autore russo portò a termine in appena tre mesi, lo spazio di un’estate trascorsa nel piccolo villaggio di Frolovskoje. L’opera venne portata a battesimo a Pietroburgo il 17 novembre del 1888 sotto la direzione dello stesso autore.
La locandina della serata si aprirà con l’Ouverture Leonora n. 3 di Ludwig van Beethoven per proseguire sulle note del Concerto per violoncello di Edward Elgar che vedrà impegnato nel ruolo solistico un giovanissimo interprete, il russo Alexey Stadler.
Alexey-Stadler--Guido-WernerALEXEY STADLER è nato nel 1991 a San Pietroburgo in una famiglia di musicisti. Ha iniziato a suonare il violoncello a quattro anni, sotto la guida di Alexey Lazko. Allievo del Conservatorio “Nikolaj Rimskij-Korsakov” della sua città, ha seguito corsi con David Geringas, Natalia Gutman, Lynn Harrell, Frans Helmerson, Alexander Rudin e Michael Sanderling; dal 2010 si sta perfezionando con Wolfgang Emanuel Schmidt alla Hochschule für Musik “Franz Liszt” di Weimar, grazie a una borsa di studio della Fondazione “Oscar und Vera Ritter“ di Amburgo. Premiato in vari concorsi in Francia e in Russia, ha vinto concorsi cameristici in Austria e in Italia in duo con la pianista Karina Sposobina; nell’agosto 2012 ha vinto il Tonali 12 Grand Prix di Amburgo.
Alexey Stadler è apparso come solista con la Jenaer Philharmonie, l’Orchestra della Radio Ucraina di Kiev, la Junge Norddeutsche Philharmonie e l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo. Prossimamente eseguirà il primo Concerto di Šostakovič con l’Orchestra del Teatro Mariinskij diretta da Valery Gergiev a Bruxelles e a San Pietroburgo. Inoltre è stato invitato in Germania, Irlanda, Portogallo e in Svizzera (Verbier Festival).

 

Arvo-Volmer-credit-Adelaide-Symphony-OrchestraARVO VOLMER, estone, nato nel 1962 a Tallinn, ha studiato direzione d’orchestra dal 1980 al 1985 con Olev Oja e Roman Matsov al Conservatorio Statale Estone della sua città natale, passando successivamente al Conservatorio “Rimskij-Korsakov” di Leningrado, dove si è diplomato con Ravil Martynov nel 1990; si è perfezionato con Helmuth Rilling negli Stati Uniti. Nel 1989 vinse il premio speciale e il quarto premio al Concorso “Nikolai Malko” di Copenaghen. Volmer ha debuttato nel 1985 al Teatro d’Opera Nazionale Estone di Tallinn, un’istituzione cui è sempre rimasto legato e di cui dal 2004 è il direttore musicale. Dal 1987 ha lavorato anche con l’Orchestra Nazionale Estone, divenendone direttore stabile nel 1993 (vi rimase fino al 2001). Dal 1994 al 2005 Volmer è stato direttore artistico e musicale dell’Orchestra Sinfonica di Oulu in Finlandia e dal 2004 al 2013 principal conductor e music director dell’Adelaide Symphony Orchestra in Australia.
Arvo Volmer è apparso come direttore ospite della Australian Youth Orchestra, della State Opera South Australia (con Salome di Strauss), della West Australian Symphony, della BBC Philharmonic Orchestra, della Komische Oper di Berlino, della Konzerthaus-Orchester e della Radio-Sinfonieorchester di Berlino, della City of Birmingham Symphony Orchestra, dell’Orchestre de Bretagne, dell’Orchestre National de Belgique di Bruxelles, a Chemnitz e Copenaghen, dei Dortmunder Philharmoniker, dell’Orchestra Sinfonica di Göteborg, del Teatro d’Opera Finlandese e dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Helsinki, delle Orchestre Filarmoniche di Helsinki, Macau e Malmö, al Nationaltheater di Mannheim, della Melbourne Symphony Orchestra, dell’Orchestra Filarmonica di Mosca e del Teatro Bolshoi di Mosca, dei Nürnberger Symphoniker, del Teatro d’Opera Norvegese di Oslo, dell’Orchestre National de France e dell’Orchestre Philharmonique de Radio France a Parigi, della Queensland Orchestra, delle Orchestre Filarmoniche di Reykjavik e di San Pietroburgo, dell’Orquesta Sinfónica do Estado de Saõ Paulo, dell’Opera Australia di Sidney, della Singapore Symphony Orchestra, delle Orchestre Filarmoniche di Stoccarda e di Stoccolma, della Sydney Symphony, della Taiwan Symphony e della Tasmanian Symphony Orchestra nonché del Teatro d’Opera Georgiano di Tblisi. Ha diretto inoltre in Israele, nei Paesi Bassi, in Polonia, in Portogallo e nella Repubblica Ceca. Arvo Volmer è salito per la prima volta sul podio dell’Orchestra Haydn nell’ottobre 2012, dirigendo il concerto d’inaugurazione della stagione con musiche di Brahms e Ravel.

 

info:www.haydn.it