Trasporto pendolari del Veneto, entrano in servizio i nuovi trentini Vivalto

0
430
FVG treno vivalto
Taglio del nastro con l’assessore regionale ai trasporti De Berti e l’amministratore delegato di Trenitalia Soprano

 

FVG treno vivaltoLa stazione ferroviaria Santa Lucia di Venezia ha tenuto a battesimo l’entrata in servizio dei nuovi treni pendolai a doppio piano “Vivalto”, dove l’assessore regionale ai trasporti Elisa de berti e l’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, hanno “battezzato” simbolicamente i nuovi convogli.

Per De Berti questa «è un ulteriore passo avanti verso la modernizzazione del sistema di trasporto nel Veneto, al fine di consentire ai passeggeri e agli utenti migliori condizioni di mobilità sul piano del comfort e della qualità complessiva dei servizi. La consegna di questo nuovo treno, il penultimo dei nove previsti entro la fine di quest’anno, rientra in quell’operazione di rinnovamento, per un investimento di Regione e Trenitalia che ammonta a circa 340 milioni di euro complessivi, che testimonia il nostro impegno in un ambito che consideriamo di prioritaria importanza». 

«Siamo consapevoli che il lavoro di ottimizzazione e potenziamento del sistema ferroviario veneto debba continuare – ha sottolineato De Berti – e per me, che da nemmeno tre mesi ho assunto l’incarico di assessore regionale ai trasporti, è davvero una bella soddisfazione cominciare con questa acquisizione da mettere a disposizione della nostra utenza. Ma mi rende fiduciosa anche il fattivo rapporto di collaborazione instaurato con Trenitalia, con cui sin dall’inizio abbiamo concordato un percorso di miglioramento dei servizi che mi auguro possa concretizzarsi progressivamente nei mesi a venire».

Soprano ha evidenziato che in questi anni di crisi, solo grazie all’intervento economico del binomio Regioni – Trenitalia è stato possibile svecchiare consistentemente il parco rotabile in circolazione a vantaggio della qualità del servizio di trasporto locale. Veneto inaugurazione nuovo treno Vivalto Soprano e De Berti 15.09.2015