La Cgia di Mestre consegna a Zaia studio sugli effetti dell’autonomia speciale

0
415
Cgia consegna a Zaia studio su effetti autonomia speciale
Dossier commissionato dalla Regione che per il momento è tenuto riservato

Cgia consegna a Zaia studio su effetti autonomia specialeIl presidente del veneto Luca Zaia si è recato presso la sede della Cgia di Mestre a ritirare il dossier elaborato dall’Ufficio studi dell’Associazione artigiani sull’autonomia del Veneto. Un documento che lo stesso Zaia aveva chiesto ufficialmente agli artigiani mestrini nei mesi scorsi.

Nel rapporto, composto da 22 capitoli, sono state affrontate le tematiche di natura economica, sanitaria, occupazionale, ambientale, fiscale, sociale e di finanza pubblica in “salsa” autonomista, eseguendo comparazioni tra il Veneto e tutte le altre regioni d’Italia in modo da cogliere le peculiarità del territorio veneto che con un’autonomia fiscale “spinta” farebbe del Veneto una regione leader a livello europeo in tutti i settori. 

«Con una maggiore autonomia del Veneto – segnala il presidente della Cgia, Roberto Bottan – anche il resto del Paese avrebbe delle ricadute positive, visto che le performance attuali della nostra Regione sono di livello molto elevato e con l’autonomia assumerebbero un carattere ancor più  rilevante».

Oltre a questo documento, la Cgia ha consegnato a Zaia anche un report sull’attuale situazione economica del Veneto e del NordEst dove, tra le altre cose, balza agli occhi una stretta creditizia senza precedenti. La caduta del credito alle imprese è stata progressiva e veloce. «Dal novembre 2011 ad oggi – conclude Bottan –  si contano quasi 18 miliardi di euro di impieghi bancari in meno per il comparto produttivo; in percentuale la flessione è stata pari al 16,4%, più ampia rispetto a quella registrata a livello nazionale dove la riduzione si è fermata al 14%».