Emilia Romagna approvato l’assestamento 2017

0
199
consiglio regione emilia romagna aula consiglieri
Dalla Regione 44 milioni in più per sociale, mobilità, territorio e sviluppo. Petitti: «confermiamo i cardini nel nostro mandato: crescita sostenibile, occupazione e welfare»

consiglio regione emilia romagna aula consiglieriIl Consiglio regionale dell’Emilia Romagna ha approvato l’assestamento al bilancio 2017 della Regione, che contiene risorse aggiuntive su sociale, ambiente, mobilità e imprese. Una manovra da 44 milioni di euro che guarda alle persone, le più fragili, alla cura e difesa del territorio, al trasporto pubblico locale, privilegiando appunto il mezzo pubblico, al turismo, attraverso la promozione dei territori, e alle imprese, comprese quelle agricole, per favorire l’accesso al credito. 

«Con questa importante manovra di assestamento – afferma l’assessore regionale al bilancio, Emma Petitti – confermiamo quelli che sono i cardini nel nostro mandato: crescita sostenibile, occupazione e sociale. Mettiamo in campo importanti investimenti sul territorio che contribuiranno a creare nuovi posti di lavoro e, allo stesso tempo, destiniamo risorse consistenti per i cittadini che stanno passando un momento di difficoltà. Questo perché siamo convinti che non ci possa essere crescita senza equità».

Sono 9,7 i milioni di euro destinati a dare sempre più ascolto e risposte positive a chi vive in una situazione di fragilità, sostenendo chi ha bisogno di assistenza domiciliare e di un alloggio e alle persone con disabilità. Circa 4 milioni di euro vanno al Fondo nazionale per la non autosufficienza, 3,7 milioni al Fondo regionale per l’affitto, di cui un milione derivato da risparmi realizzati dall’Assemblea legislativa, e 2 milioni al Fondo per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Al trasporto pubblico locale vengono destinati 7,3 milioni, rafforzando l’alternativa per i cittadini all’uso del mezzo privato, 3,7 milioni alla manutenzione delle strade provinciali, 5,6 alle infrastrutture ambientali e alla cura del territorio. Per il capitolo sviluppo sono 2 i milioni di euro indirizzati a sostenere le attività economiche attraverso la costituzione di un Fondo di garanzia per favorire l’accesso al credito delle imprese, a cui si aggiungono 4,8 milioni di restituzione da parte di Eurofidi.

Per il turismo, sono previsti 3,2 milioni di euro, di cui 1,7 milioni di incentivi alle destinazioni turistiche, 1 milione per gli impianti di risalita sciistica e 500 mila euro per il sistema portuale. Alle imprese agricole è destinato 1 milione di euro per incrementare il Fondo di garanzia dei Consorzi fidi e un ulteriore milione che integra la misura 16 del Por-Feasr per il trasferimento dell’innovazione nelle aziende. Infine, viene implementato con 7 milioni di euro il fondo per la gestione delle funzioni ex-provinciali mentre sul 2019 sono previsti 2 milioni di euro che serviranno per l’Agenzia per il lavoro al fine di consentire l’attivazione degli organici.