I fenomenali ottoni dello Stuttgart Consort per un concerto pieno di ritmo al Teatro “Verdi di Pordenone

0
1029

Un coinvolgente e sconfinato viaggio musicale un mix dirompente tra jazz, pop e classica. 

Appuntamento con il ritmo al Teatro “Verdi” di Pordenone: martedì 10 aprile (ore 20.45) saliranno sul palco in esclusiva regionale i cinque formidabili ottoni dello Stuttgart Consort per un concerto promosso nell’ambito del ciclo “Il Quintetto”, attraverso il quale il teatro pordenonese indaga diverse geometrie sonore e che prevedono la speciale guida musicale curata dal giornalista e critico musicale Angelo Foletto, presidente dell’Associazione nazionale critici musicali.

Il programma musicale del concerto è un dinamico, coinvolgente viaggio musicale che abbraccia stili ed epoche musicali differenti a colpi di grande ritmo, dalla musica “classica” al pop, al jazz. L’ensemble tedesco di ottoni (due trombe, corno, trombone, tuba) è formato da Rüdiger Ruf, Franz Tröster, Dariusz Mikulski, Alexander Wurz e Dominik Misterek, tutti eccellenti musicisti provenienti dal sud-ovest tedesco, professionisti di grande esperienza, virtuosi interpreti di importanti incisioni discografiche, vincitori di numerosi premi e concorsi internazionali, docenti e didatti.

La formazione le sonorità inconsuete offrono una nuova possibile geometria di quintetto che si svela proprio attraverso l’ascolto di questo tipo di ensemble, il cui repertorio non ha confini, né limiti e propone un viaggio musicale attraverso i secoli, tra opere originali e arrangiamenti d’autore. Da Bach al jazz la particolarità dello “Stuttgart Consort” è la performance virtuosa di opere originali e splendidi arrangiamenti. Troppo spesso considerati esclusivamente strumenti d’orchestra, gli ottoni dimostrano attraverso questo programma straordinarie capacità tecnico-espressive: occasione unica per scoprire un repertorio che coniuga sapienza compositiva ed estrema godibilità.