Il Veneto rilancia la cultura della canapa industriale

La pianta ha molteplici utilizzi e ricadute economiche ed ambientali. Pan: «vogliamo incentivare le conoscenze per sviluppare una nuova filiera».

0
265
canapa

La canapa industriale (differente da quella a scopo terapeutico) potrebbe diventare una delle colture del futuro in Veneto, da utilizzare nel tessile, nel settore cartario e nell’imballaggio, nei cosmetici, in edilizia e nella produzione di biomateriali e biocarburanti.

L’assessorato regionale all’agricoltura ne è convinto e ha lanciato un bando 30.000 euro, attraverso Avepa, per sosteneree incentivare progetti di divulgazione e formazione rivolti a tecnici e operatori agricoli e agroalimentari.

«L’obiettivo – spiega l’assessore Giuseppe Pan – è far conoscere la coltura e i suoi derivati e mettere in moto processi di filiera, perché si ritorni a coltivare, produrre e utilizzare la canapa sia come materia prima di nuovi processi produttivi e nuovi prodotti sia per le sue proprietà ambientali. Con questo primo bando avviamo un percorso di sensibilizzazione e di formazione, al quale dedicheremo ulteriori e più cospicui finanziamenti».

Fino agli Anni ’40  del secolo scorso, in Italia la coltura della canapa era molto sviluppata e arrivava a coprire oltre 80.000 ettari. Oggi la superficie coltivata non arriva ad un migliaio di ettari in tutt’Italia, di cui 405 ettari in Veneto.

Negli ultimi anni si sta assistendo ad una ripresa di interesse verso questa coltivazione, per la versatilità di utilizzo e per i vantaggi che la canapa può portare all’agricoltore.

«La canapa è una coltura di presidio ambientale  – fa notare Pan – è competitiva rispetto alle piante infestanti, consente di evitare trattamenti chimici, non necessita di irrigazione, bonifica i terreni e contrasta il dissesto idrogeologico. E’ quindi una coltura pienamente sostenibile, che aiuta l’imprenditore a diversificare il rischio, e che va promossa in una logica di filiera, all’interno dello sviluppo del sistema agroindustriale regionale e delle biotecnologie».

Il bando regionale si rivolge agli organismi di formazione del comparto agricolo, delle organizzazioni dei produttori e agli enti di ricerca del settore primario perché elaborino progetti di formazione utili a diffondere una maggior conoscenza dei benefici e delle potenzialità della canapa industriale che potrebbe trasformarsi nel petrolio sostenibile degli Anni 2000.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata