“Urban Hugs” di Stefano Boeri installata presso il mobilificio Stolfo di Nimis (Ud)

L’opera di micro-architettura realizzata per il “FuoriSalone” del 2017 nell’ambito del “Progetto Radura”.

0
4588
urban hugs
L'installazione "Urban Hugs" di Stefano Boeri Architetti con il piccolo Lorenzo.

Nel giardino d’ inverno che profuma di storia e di poesia adiacente al mobilificio di tradizione storica della famiglia Stolfo a Nimis di Udine è esposta l’installazioneUrban Hugsprogettata dall’architetto Stefano Boeri.

Urban Hugs” è uno spazio per abbracciarsi: un’installazione che permette di staccare per pochi secondi dalle reti delle interazioni sociali e dalla solitudine metropolitana per stringere un amico, uno sconosciuto, un amore, un figlio, la fioraia, l’ambulante clandestino.

Declinazione più minuta del “progetto Radura”, questo prototipo di spazio pubblico è stato realizzato per la prima volta in occasione del “FuoriSalone2017. La micro-architettura immaginata da Stefano Boeri Architetti è composta da 95 cilindri di legno d’abete del Friuli di cinque metri di altezza e sei centimetri di diametro, che compongono uno spazio allo stesso tempo permeabile e intimo. Un recinto che filtra e protegge dai flussi frenetici e dal traffico ma, data all’esilità dei fusti, non esclude totalmente la percezione della vita urbana. Le sottili colonne sono ancorate al suolo grazie a una pedana in legno circolare, dal diametro esterno di 2,2 m e interno di 1 m. 

Ne scaturisce un recinto per due, dove l’affetto reciproco e liberatorio è accompagnato dal violoncello di Piero Salvatori (brano “Visioni”), che genera un’atmosfera sonora in contrappunto con il contesto. Grazie a un sistema integrato di illuminazione, nelle ore seraliUrban Hugs” si accende di luce.

L’iniziativa di ospitare per un’installazione provvisoriaUrban Hugs” ben si associa allo spirito imprenditoriale della famiglia Stolfo che da sempre attua un’impostazione moderna sottolineata dall’arrivo in azienda di Emiliano che ha integrato e continua ad alimentare la passione del design e della sperimentazione per le nuove proposte e dando impulso e preparazione per rispondere alle nuove richieste del mercato ed essere sempre più punto di riferimento per il territorio e non solo.

«Per me è un onore potere esporre l’opera di Boeri nel mio giardino. Sono molte le persone, studenti, liberi professionisti e curiosi che si fermano ad osservare e anche a riflettere. Oggi più che mai è necessaria la preparazione, lo studio, la conoscenza e perché no anche la sperimentazione soprattutto se a farla in questo caso è un architetto di fama internazionale – dice Emiliano Stolfo -. Sono sempre alla ricerca di progettisti, elementi nonché attento osservatore delle nuove frontiere e novità di quello che viene proposto e presentato sul mercato. Queste esperienze con nomi di calibro sono utili non solo per gli imprenditori come me ma soprattutto per il trasferimento culturale che esse stesse trasmettono a tutto il nostro territorio».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata