Apre a Rimini il Fellini Museum dedicato all’opera del maestro

Polo diffuso tra Castel Sismondo e Fulgor con percorso immersivo. Franceschini: «con 13,5 milioni di investimento si colma un vuoto e il sogno diventa reltà». 

0
2816
Fellini museum

La complessità artistica di Federico Fellini non poteva essere solamente celebrata e musealizzata, andava anche indagata: con questo intento è stato realizzato a Rimini il Fellini Museum dedicato al grande maestro del cinema che apre le porte ai visitatori proponendo un polo museale diffuso che attraversa il centro storico della cittadina romagnola che ha dato i natali al cineasta.

La città si aspetta ora dal Fellini Museum lo stesso effetto che il Guggenheim ha avuto per Bilbao. Il nuovo contenitore culturale è il frutto di un ampio progetto di riqualificazione del centro in chiave culturale e sostenibile. Eliminati i parcheggi e l’asfalto, intorno al quattrocentesco Castel Sismondoè sorta una gigantesca piazza con prati, un’arena all’aperto, una vasca d’acqua vaporizzata (con annesse polemiche politiche) e al centro un anelloche richiama il circo felliniano. Attorno vi sono il recentemente restaurato teatro Galli e il cinema Fulgor, quest’ultimo celebrato da Fellini nel film “Amarcord” e rientrante nel percorso museale.

«Il sogno diventa realtà. Apre finalmente a Rimini il Fellini Museum, uno spazio espositivo diffuso che celebra un gigante del cinema: il Maestro di tanti Maestri – ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, nel giorno dell’inaugurazione -. Il ministero della Cultura ha da subito riconosciutoquesta nuova istituzione culturale come un grande Progetto nazionale finanziandola con oltre 13,5 milioni di euro a testimonianza dell’importanza e del valore che l’Italia ripone su questo nuovo museo che sarà un’eccellenza e un luogo attrattivo non solo per il territorio riminese ma per il Paese intero».Fellini museum

Per Franceschini «questo nuovo museo colma un vuoto: in tutto il mondo autori, registi, attori e pubblico continuano ad ammirare e a trarre ispirazione dalle opere di Fellini a cui il cinema italiano deve essere riconoscente anche per aver trasformato un’arte in una vera e propria industria creativa. A Rimini si è scelta una strada innovativa per ricordare Fellini: un museo diffuso diventato il modo di riqualificare e rigenerare un’intera parte di città. Si può davvero dire che negli ultimi anni a Rimini la cultura è diventata protagonista».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata