Volksbank S.p.A. condannata dal Tribunale di Roma a risarcisce un altro azionista

Prosegue l’iniziativa di supporto agli investitori da parte del Comitato azionisti Südtirol. Andreaus: «l’Arbitro per le controversie finanziarie della Consob ha riconosciuto i danni subiti». 

0
3144
volksbank

Continua l’azione del Comitato azionisti Südtirol nei confronti della Volksbank accusata di avere violato la normativa finanziaria in merito agli investimenti: l’Arbitro per le controversie finanziarie presso la Consob (c.d. Acf), ha condannato la banca altoatesina al risarcimento dei danni subiti da un azionista con un indenizzo di 112.407,79 euro, oltre agli interessi.

Il provvedimento arriva con la decisione n. 3667 del 23 aprile 2021 con cui l’Acf ha riconosciuto in capo alla Volksbank il «non corretto assolvimento degli obblighi di informazione» (in occasione del primo acquisto del 2014) e la «mancata rilevazione del carattere non adeguato dell’investimento» (per quello del 2015).

Il risparmiatore ha chiesto alla Volksbank di rispettare la decisione arbitrale, ma la stessa non ha provveduto, in quanto le decisioni dell’Acf non sono esecutive, ma comportano per la banca inadempiente solamente un danno alla reputazione.

Il risparmiatore si è rivolto al Comitato Azionisti Südtirol presieduto da Walther Andreaus e ha conferito mandato legale agli avvocati Prof. Massimo Cerniglia, Alessandro Caponi e Roberto Ciammarughi, i quali – così come avevano già fatto in casi simili – hanno richiesto al Tribunale di Roma di emettere, sulla base del lodo arbitrale, un’ingiunzione di pagamento nei confronti della banca.

Il Tribunale di Roma, ritenuta la propria competenza, ha accolto il ricorso ed ha emesso un decreto ingiuntivo di pagamento per la stessa somma già riconosciuta dall’Acf, oltre interessi ex art. 1284 c.c. e spese legali.

In particolare, si evidenzia che dallo studio della documentazione contrattuale è emerso che la Volksbank era solita indicare come Foro alternativo quello dove il cliente elegge domicilio e, quindi – nonostante la banca abbia sede a Bolzano e il risparmiatore abbia la residenza nella stessa città – dato che lo stesso ha eletto domicilio in Roma, presso lo studio dell’Avv. Cerniglia, il Giudice ha ritenuto la propria competenza territoriale anche alla stregua di quanto stabilito dal contratto quadro.

Tale circostanza dovrebbe giovare a molti clienti di Volksbank – la quale contesta la competenza del Giudice romano – e si aggiunge alla teoria principale per cui il Foro di Roma è sempre competente per l’emissione dei decreti ingiuntivi emessi sulla base delle decisioni Acf (innanzitutto perché il lodo/contratto si forma dove ha sede l’Arbitro Consob, ossia a Roma).

Intanto, il provvedimento monitorio è stato notificato alla banca, la quale avrà 40 giorni di tempo per proporre opposizione, decorsi inutilmente i quali si procederà esecutivamente.

Andreaus osserva che sono decine i lodi dell’Arbitro Consob non eseguiti da Volksbank (basta consultare il sito https://www.acf.consob.it/web/guest/decisioni-del-collegio/intermediari-inadempienti), sebbene la stessa abbia aderito a tale sistema di risoluzione stragiudiziale delle vertenze.

Nel frattempo, con iniziative legali simili a quelle già intraprese tanti risparmiatori potranno far valere i propri diritti, nonostante i comportamenti inadempienti degli istituti di credito condannati dall’Arbitro Consob.

Andreaus invita tutti gli azionisti danneggiati della Volksbank Banca Popolare dell’Alto Adige (che non lo hanno già fatto) ad inviare una manifestazione di interesse all’indirizzo mail: “comitatoazionistisuedtirol@gmail.com”, indicando nell’oggetto la dicitura “AZIONI VOLKSBANK” e nel testo della mail: nome; cognome; codice fiscale; luogo e data di nascita; indirizzo di residenza; data, prezzo totale e numero delle azioni acquistate; mail e numero di telefono (fisso e/o cellulare).

Lo stesso invito vale per tutti coloro i quali hanno già ottenuto una decisione favorevole dell’ACF, rimasta inadempiuta da una qualsiasi banca: basta indicare nell’oggetto della mail la dicitura “LODO ACF”, insieme ai dati sopra indicati (nome, cognome, ecc.), così da poter aderire alla procedura volta ad ottenere il pagamento di quanto riconosciuto dall’ACF.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”,

iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata