Kent Nagano alla guida dell’Orchestra Haydn in esclusiva nazionale

Appuntamento a Bolzano (sabato 19) e Trento (domenica 20) con la prima assoluta di O Nata Lux dell’argentino Alex Nante. 

0
7147
kent Nagano
Il direttore d'orchestra Kent Nagano in esclusiva italiana con l'Orchestra Haydn di Bolzano e Trento.

Sarà eccezionalmente lo statunitense Kent Nagano, uno dei più importanti direttori d’orchestra al mondo, a salire sul podiodell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento sabato 19 febbraio all’Auditorium di Bolzano (ore 20.00) e domenica 20all’Auditorium Santa Chiara di Trento (ore 20.30).

I due concerti, in esclusiva nazionale e tra gli appuntamenti di maggior spicco della Stagione sinfonica di cui è direttore artistico Giorgio Battistelli, avranno al centro una nuova composizione appositamente commissionata al giovane compositore argentino Alex Nante: la sua “O Nata Lux”, farà seguito all’esecuzione di “Sieben Worte”, per violoncello, bayan e archi, di Sofija Gubajdulina (solisti Michele Marco Rossi al violoncello e Samuele Telari al bayan) e della Sinfonia n. 45 in fa diesis minore, Hob. I: 45 “Degli Addii” di Joseph Haydn. Il concerto di Bolzano sarà trasmesso in diretta da RAI Radio 3 Suite.

I due concerti di Kent Nagano si inseriscono in un più ampio ciclo triennale pensato da Giorgio Battistelli per gettare un ponte tra l’opera di Haydn e la contemporaneità: un “Progetto Nagano” che offrirà momenti di riflessione su autori e opere del tempo passato e presente, in un abbraccio ideale tra musiche diverse ma idealmente comunicanti tra loro.

«O Nata Lux è una composizione per orchestra d’archi composta nel 2021, ideata grazie a una richiesta di Kent Nagano: il Maestro desiderava che fosse scritto un epilogo musicale per un concerto con l’Orchestra Haydn, nella maniera di un finale luminoso dopo “Sieben Worte” di Gubajdulina e la sinfonia “Degli Addii” di Haydn – racconta lo stesso Alex Nante -. O Nata Lux, liberamente ispirata all’inno cristiano, fa parte del mio ciclo sulla luce. Il lavoro inizia con un’atmosfera di profonda austerità nei violoncelli. Gradualmente varie melodie si dispiegano in tutti gli strumenti a corda. Anche se la composizione presenta una polifonia relativamente densa e complessa, conserva comunque una certa trasparenza, come un’evocazione luminosa e rituale».

Sieben Worte” (Sette parole) è stata scritta dalla russa Sofija Gubajdulina nel 1982 ed eseguita per la prima volta a Mosca nello stesso anno, con solisti il violoncellista Vladimir Toncha e il fisarmonicista Friedrich Lips, a cui l’opera è dedicata. La compositrice riconosce il suo debito nei confronti della tradizione cristiana, anche se non esplicitamente dichiarato alla sua prima esecuzione. La stessa Gubajdulina specifica che, naturalmente, nessuna opera esclusivamente strumentale può esprimere il testo biblico: in “Sieben Worte”, piuttosto, i suoni puramente strumentali sono gesti metaforici che scaturiscono dai due strumenti solisti, bayan e violoncello, e dall’orchestra. Il materiale tematico di base concepito per gli strumenti solisti fa da contrasto alla musica per l’orchestra d’archi, che nel carattere ricorda la scrittura corale.

La Sinfonia in fa diesis minore Hob. I: 45, è stata scritta da Joseph Haydn nel 1772 ed è stata composta per il principe Nikolaus Esterházy, mecenate del compositore austriaco. È nota anche come “sinfonia degli addii” per una singolare storia legata alla sua prima esecuzione. Nell’occasione, Haydn si fece interprete dei giustificati malumori dei suoi orchestrali, sottoposti da parte del principe a un tour de force per la preparazione di alcuni concerti: dopo il Presto finale aggiunse un Adagio durante il quale, dopo poche battute, i musicisti cessarono di suonare, spensero le candele e abbandonarono la sala, tra la meraviglia generale. Il principe capì il motivo dell’addio musicale degli orchestrali, ai quali concesse una sospirata vacanza da godersi con mogli e figli.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata