Italia solare, aumenta fotovoltaico, ma Paese è in ritardo

Nei primi 6 mesi 2022 installati 1.012 nuovi MegaWatt, mentre crescono i sistemi di accumulo. 

0
722
italia solare

Andamento in miglioramento per l’installazione di impianti fotovoltaici in Italia: secondo Italia Solare, nel primo semestre del 2022 sono stati allacciati 1.012 nuovi MegaWatt (MW) – più del doppio rispetto allo stesso periodo del 2021 (406 MW) – portando la potenza cumulata complessiva a 23.577 MW e un numero di impianti pari a 1.087.190.

Per Italia Solare, l’andamento è positivo anche per i sistemi di accumulo visto che da gennaio a giugno è stato installato un terzo in più rispetto a tutto il 2021, tuttavia si registra nel complesso «un netto ritardo rispetto alle previsioni di sviluppo in linea con gli obiettivi che si è data l’Italia. Siamo ancora molto lontani dal 2011 quando in 12 mesi erano stati installati 9.461 MW», ricorda Italia Solare indicando che in Italia, il settore residenziale ha installato 5.486 MW, il settore commerciale e industriale 12.921 MW rappresentando così la maggior potenza installata, mentre il comparto utility scale conta su 5.170 MW.

Le regioni del Nord Italia spiccano numero di impianti installati: in testa la Lombardia con 174.120 installazioni, secondo il Veneto (158.577) e terza l’Emilia Romagna (113.160) seguita dal Piemonte (76.216). La Puglia continua a guidare la classifica della maggior potenza installata grazie ai grandi impianti fotovoltaici realizzati negli anni addietro contando 2.999 MW seguita da Lombardia (2.868 MW) ed Emilia Romagna (2.345 MW), a ruota Veneto e Piemonte.

Prendendo in considerazione solo i dati del 2022, Lombardia (157 MW), Lazio (147 MW) e Sardegna (103 MW) si sono dimostrate le regioni con la maggior nuova potenza fotovoltaica.

La classifica delle città più fotovoltaiche vede sul podio Viterbo con il maggior quantitativo di nuova potenza fotovoltaica installata in questi primi sei mesi con quasi 104 nuovi MW, seguita da Cagliari (85,16 MW), Brescia(37,32 MW), Bari (30,92 MW), Milano (26,28 MW), Torino (26,08 MW), Padova (24,95 MW), Bergamo (24,52 MW), Novara (22,82 MW) e Matera (22,80 MW). Fanalini di coda Isernia, Verbano-Cusio-Ossola e Trieste che non arrivano al MW installato.

Per quanto riguarda i sistemi di accumulo, Italia Solare rende noto che al 31 giugno 2022 la capacità connessa complessiva arrivava a 1.361 MWh, dei quali 1.341 MWh erano batterie al litio. In riferimento ai soli sistemi di accumulo associati agli impianti fotovoltaici, il 2022 (629 MWh) sta continuando il suo andamento di crescita, già intrapreso nel 2021 (411 MWh), superando nei primi sei mesi di un terzo l’installato complessivo dello scorso anno. La Lombardia è la regione che conta la maggior capacità cumulata connessa di sistemi di accumulo con 281 MWh, seguita da Veneto (216 MWh) ed Emilia Romagna (136 MWh). Guardando al solo 2022 il Veneto è risultato particolarmente attivo realizzando 99 MWh, seguito da Emilia Romagna (58 MWh) e Toscana (49 MWh).

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata