Il consorzio Leonardo-Iveco vince gara del Brasile per il blindato Centauro 2

Nello stabilimento Iveco Defence Vehicles di Bolzano saranno prodotti 220 mezzi per l’esercito del paese sudamericano. Crosetto: «un ottimo risultato». 

0
335
consorzio Leonardo-Iveco

Il consorzio Cio Leonardo-Iveco si è aggiudicato la gara per la fornitura di blindati Centauro 2all’Esercito brasiliano, vincendo la gara di cui era finalista contro General Dynamics Land Systems (LAV 700) e la cinese Norinco (l’ST-1 BR).

Il consorzio Leonardo-Iveco dovrà firmare il contratto entro il 5 dicembre, e fornire due esemplaridel blindato su gomma 8×8 entro sei mesi a cui seguirà una prima fornitura di 96 blindati, per circa 900 milioni di euro, con un potenziale di crescita fino a 220 blindati, per 2 miliardi di euro.

I tecnici brasiliani hanno indicato il Centauro 2 del consorzio Leonardo-Iveco prodotto nello stabilimento bolzanino Iveco Defence Vehicles come il blindato dalle prestazioni migliori e di più facile integrazione nel parco dei blindati dell’Esercito brasiliano, rispetto agli altri due competitor finalisti. Il Centauro 2 è attualmente all’attenzione anche di Argentina, Perù, Colombia e Messico.

Il motore del Centauro 2 è un FPT (FIAT Power Train) Vector V8 opportunamente evoluto. Si tratta di un otto cilindri a “V” di derivazione ferroviaria, con angolo della V di 90°, common rail, dotato di sovralimentazione (con doppio turbo, uno per bancata) ed intercooler. Questa unità ha una cubatura complessiva pari a 20 litri e può erogare una potenza massima di 525 kW (705 HP) al regime di 2.100 giri/min. Il valore della coppia massima è impressionante, il costruttore infatti dichiara “oltre” 2.500 Nm ad un regime inferiore a 2.000 giri/min. scaricati a terra attraverso una trasmissione automatica a 7 marce in avanti più retromarcia. Pur disponendo di circa 180 HP in più rispetto al “vecchioCentauro, la meccanica della versione evoluta risulta più leggera nella misura di circa 300 kg (un risparmio di peso conseguito soprattutto grazie al nuovo cambio, più compatto del precedente).

Per l’impiego militare il motore è stato adattato all’alimentazione policarburante, potendo impiegare sia il gasolio, sia il cherosene (quest’ultimo presenta un lieve calo della performance che, comunque, risulta assolutamente accettabile in considerazione della ridondanza delle prestazioni del motore). La possibilità di impiegare carburanti diversi risponde, tra l’altro, alla fondamentale esigenza di approvvigionarsi con quanto disponibile in zona d’operazioni.

Rispetto alla versione precedente, il nuovo Centauro 2 rappresenta un deciso passo in avanti in termini di potenza di fuoco, capacità di osservazione del campo di battaglia, mobilità, condotta di tiro, comunicazione oltre alla garanzia di una maggiore protezione dell’equipaggio. Dotata di moderni sistemi, la nuova piattaforma del blindato si avvale di un’architettura interamente digitalee di una torre di nuova generazione con un cannone da 120mm e sistemi di comunicazione, comando e controllo che la rendono uno dei più moderni mezzi in dotazione agli eserciti occidentali. Il risultato è un veicolo blindato innovativo, in grado di operare in ogni scenario: dalle missioni a difesa della sicurezza nazionale, alle operazioni di supporto e mantenimento della pace a ogni alto teatro operativo in un esercito è chiamato ad operare.

«Congratulazioni al consorzio Iveco-Oto Melara (Cio) per la fornitura di mezzi blindati all’Esercitobrasiliano – ha commentato soddisfatto la notizia il ministro della Difesa italiano, Guido Crosetto -. Un risultato che dimostra l’eccellenza dell’industria italiana nel mondo e dell’ottimo lavoro di squadra. Un plauso al Segretariato generale della Difesa e all’Ambasciata italiana in Brasile per aver saputo rappresentare al meglio la Nazione».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata