Interreg Italia-Austria VI-A 2021-2027: presentato il programma

Le sei regioni partner hanno avviato la cooperazione transfrontaliera fino al 2027 con una dotazione finanziaria da 91 milioni di euro. 

0
330
Interreg Italia-Austria

Al LumenMuseo della fotografia di montagna, sul Plan de Corones, in Val Pusteria in Alto Adige – si è svolto l’evento di lancio del Programma comunitario Interreg Italia-Austria VI-A 2021-2027. A nome delle regioni partner Alto Adige, Tirolo, Veneto, Carinzia, Friuli Venezia Giulia e Salisburgo, l’autorità di gestione ha fornito informazioni sul programma di cooperazione nel nuovo periodo di programmazione. Il programma settennale è dotato di oltre 91 milioni di euro, l’80% dei quali provenienti dal Fondo europeo di sviluppo regionale FESR. Il restante 20% è versato dai partnerdel programma partecipanti in Italia e Austria con fondi pubblici o privati.

Alla cerimonia hanno partecipato Slawomir Tokarski, capo della Direzione generale Politica regionale della Commissione europea, i presidenti dell’Alto Adige, Arno Kompatscher, del Tirolo, Anton Mattle, e Barbara Zilli, assessore regionale alle Finanze del Friuli Venezia Giulia.

I 91 milioni di euro del Programma saranno utilizzati per finanziare progetti transfrontalierisecondo cinque priorità. Si tratta di innovazione e impresa, cambiamento climatico e biodiversità, turismo sostenibile e culturale, sviluppo locale (CLLD – Community Led Local Development) e riduzione delle barriere amministrative transfrontaliere.

Interreg Italia-Austria è l’unico programma dell’UE che implementa con successo l’approccioCLLD bottom-up (dal basso verso l’alto) e transfrontaliero attraverso i consigli Interreg, rafforzando così gli attori locali che sono responsabili della promozione dello sviluppo territoriale decentrato, è stato sottolineato durante la festosa cerimonia di apertura.

«Siamo una piccola Europa all’interno dell’Europa», ha dichiarato Kompatscher, sottolineando che «partner forti a livello locale sono il prerequisito per una cooperazione transfrontaliera efficace e strategica. È importante assumersi la responsabilità dello sviluppo territoriale e dare forma in modo indipendente a un’Europa che rimanga attraente per le generazioni future. A tal fine, gli ostacoli alle frontiere devono essere superati insieme, facendo in modo che le persone si incontrino come amici e partner con fiducia e con la propria volontà di plasmare il futuro».

Per Mattle «Interreg Italia-Austria si distingue in particolare per il suo ruolo pionieristico anche nel contesto europeo: soprattutto in questi tempi turbolenti, è importante rendere più tangibili la coesione e i vantaggi della cooperazione nell’UE. Per questo motivo, lo sviluppo transfrontaliero guidato dalla popolazione locale svolge un ruolo centrale. Attraverso questo coinvolgimento diretto delle istituzioni locali, riusciamo a portare gli elementi positivi dell’UE più vicino alla gente sul posto e a rafforzare la cooperazione regionale».

«In particolare, l’attuazione di progetti innovativi congiunti per i giovani e le start-up dimostra e rafforza una regione modello transfrontaliera perché sempre in sintonia con le sfide delle sue comunità», ha spiegato Zilli, che ha sottolineato le opportunità che l’Europa apre alle regioni partner: «valorizzando le buone pratiche comuni, migliorando i progetti mirati e gli strumenti di semplificazione, il programma potrà adottare le migliori espressioni».

Il rappresentante della Commissione europea, Slawomir Tokarski, ha parlato dell’importanza del principio di partenariato e ha sottolineato che, grazie al forte approccio di partenariato a tutti i livelli, è stata costruita una base figurativa per la cooperazione transfrontaliera e l’Europa è stata avvicinata alle regioni e alle loro popolazioni.

L’autorità di gestione e il segretariato congiunto di Interreg Italia-Austria VI-A 2021-2027 hanno sede presso la Ripartizione Europa dell’amministrazione provinciale di Bolzano. Il primo invito a presentare progetti sarà pubblicato a metà gennaio 2023. In questo quadro, sarà reso disponibile il 40% circa delle risorse. I progetti di cooperazione in corso potranno essere presentati fino al 18 aprile 2023.

Interreg Italia-Austria
L’assessore Zilli (seconda da destra) assieme al presidente della Provincia autonoma di Bolzanio Arno Kompatscher (a destra) e al governatore del Tirolo Anton Mattle (a sinistra).

A testimonianza dell’attenzione per i progetti sostenibili, adattati al clima, verdi, vivaci e giovani che nasceranno e cresceranno nell’area di cooperazione alpina nell’ambito di Interreg Italia-Austria,Kompatscher ha consegnato simbolicamente ai partner degli alberi di pino cembro e pino mugo.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata