Scuola riparte dall’Alto Adige, poi in tutte le regioni

Tante le novità del nuovo anno scolastico, dal voto in condotta che torna a fare media al tutor.

0
6135
Scuola riparte diseguaglianze nella scuola

La scuola riparte dall’Alto Adige che, come ogni anno, fa da apripista per il nuovo anno scolastico con 90.958 bambini e ragazzi dei tre gruppi linguistici (tedesco, italiano e ladino) che sono tornati a frequentare le scuoledell’infanzia e le scuole elementari, medie, superiori e professionali della provincia.

La campanella suonerà per la prima volta in Piemonte, Trentino e Valle d’Aosta l’11 settembre; in Lombardia i ragazzi rientreranno in classe il giorno successivo, l’12 settembre. Il 13 settembre è il turno degli studenti di Abruzzo, Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia, Marche, Sicilia, Umbria e Veneto. Il ritorno sui banchi per gli studenti della Calabria, Liguria, Molise, Puglia e Sardegna è fissato al 14 settembre. Concludono l’inizio dell’anno scolastico l’Emilia Romagna, la Toscana e il Lazio, il 15 settembre.

Mentre sono ancora in corso gli esami per recuperare i debiti scolastici che si concluderanno entro l’8 settembre, numerose novità si affacciano in vista della scuola che riparte per il nuovo anno formativo. Fra queste, le direttive emanate dal ministero dell’Istruzione e del Merito sul tema del bullismo. ll voto assegnato per la condotta farà riferimento all’intero anno scolastico, dando un peso maggiore a eventuali atti violenti o di aggressione sia nei confronti degli insegnanti e del personale scolastico, sia degli altri studenti. Inoltre, per le scuole medie, viene ripristinata la valutazione del comportamento, che sarà espressa in decimi e avrà un impatto sulla media generale dello studente.

La valutazione del comportamento influenzerà anche i crediti per l’ammissione all’esame di maturità. In caso di sospensioni superiori a due giorni, inoltre, lo studente sarà chiamato a svolgere attività di cittadinanza solidalepresso strutture convenzionate e se verrà ritenuto opportuno dal consiglio di classe, questa attività potrà proseguire oltre la durata della sospensione.

L’altra importante novità della scuola che riparte è l’introduzione di circa 50.000 docenti tutor e orientatori, impegnati con gli studenti di circa 70.000 classi dell’ultimo triennio delle scuole superiori. Alcuni temi invece rimangono purtroppo sempre gli stessi: il rincaro del materiale scolastico e dei libri e l’alto numero di supplenti, solo quelli annuali rischiano di essere anche quest’anno oltre 200.000.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano” e “Dario d’Italia”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata