Un’unica “card” prepagata per accedere gratis a musei, trasporti pubblici e degustazioni di prodotti tipici locali tra Trento e Rovereto

0
400
trentorovereto card 1
trentorovereto card 1Presentata l’alleanza turistica tra gli enti turistici delle due città. Probabile una loro fusione

La “Città dell’Adige” si fa sempre più concreta con la rinnovata collaborazione anche in campo turistico e culturale tra le città di Trento e di Rovereto, che distano tra loro poco più di 20 chilometri. A suggellare la rinnovata collaborazione (già esistente nel campo di molti servizi pubblici), una nuova “card” per accedere gratis a musei, degustare un calice di spumante Trentodoc e prodotti tipici trentini, viaggiare gratuitamente per 48 ore sulle linee urbane ed extraurbane e sui treni. Si tratta delle nuova offerta turistica prevista dall’accordo tra le Apt di Trento e Rovereto, in collaborazione con gli assessorati alla cultura e turismo della Provincia, la società di promozione Trentino Marketing e il Tavolo cultura e turismo. L’iniziativa è dedicata ai turisti – soprattutto italiani e tedeschi, infatti partirà una campagna pubblicitaria nei due Paesi – e alle loro famiglie.

Dal 9 giugno la “card” potrà essere acquistata nelle Apt, negli uffici turistici, nei musei e in alcuni negozi e ristoranti. Il costo della carta è di 20 euro, la durata è di 48 ore, estendibili a tre mesi nel caso in cui il turista lo desideri, registrandosi al sito www.trentorovereto.it , cosa che consente di utilizzare il valore residuo anche per altre occasioni, anche di altre persone, visto che la “card” non è nominativa.

All’iniziativa aderiscono 27 comuni della Vallagarina e della Valle dell’Adige, 49 ristoranti e 40 negozi. Nei negozi convenzionati, con 20 euro di spesa, mostrando la “card”, il turista avrà in omaggio anche un’originale borsa per la spesa.

Proprio l’assessore provinciale al turismo, Tiziano Mellarini, ha sottolineato la valenza dell’accordo tra le due città: “per far crescere la competitività del prodotto turistico è necessario unità di progetti e di offerta. Con questa scelta, il prodotto turistico trentino non è soltanto quello montano che ha fatto la storia del nostro turismo, ma anche un prodotto legato alla cultura, alla storia e all’enogastronomia, di cui le nostre vallate sono ricche”.

Elda Verones, direttrice dell’Apt di Trento, illustra le caratteristiche della “card”: “si tratta di un prodotto molto interessante, che comprende un’offerta ampia e grazie alla collaborazione con l’assessorato ai trasporti abbiamo potuto inserire anche la gratuità del trasporto urbano ed extraurbano nei due territori, un’opportunità interessante, perché il turista si può spostare senza sborsare ulteriore denaro. Abbiamo inserito anche le serate al teatro a prezzo ridotto e gli ingressi per i musei”.