A Treviso la XXXIII edizione del progetto “Scuola media manualità”

0
467
poster Artigianato in piazza 1
poster Artigianato in piazza 1Iniziativa di Confartigianato Marca Trevigiana Formazione realizzata in collaborazione con il Comune di Treviso

Sabato 26 e domenica 27 maggio nelle piazze del centro del capoluogo della Marca verranno allestiti i laboratori del progetto “Scuola media manualità”, un’iniziativa di Confartigianato Marca Trevigiana Formazione realizzata in collaborazione con il Comune di Treviso, giunta alla XXXIII edizione. I giovani studenti delle scuole medie trevigiane, con il supporto dei maestri artigiani, daranno dimostrazioni pratiche di mosaico, tessitura e cake design in piazza dei Signori mentre in piazza Borsa si lavoreranno la pelle e cuoio, la ceramica, la bigiotteria, il vimini, la cartapesta pugliese e sarà operativo uno stand dedicato all’attività di riparazione di biciclette.

Tutta la cittadinanza è invitata a sperimentare le varie lavorazioni. I manufatti degli oltre mille studenti coinvolti nel progetto, saranno esposti nella mostra allestita presso la Loggia dei Cavalieri che sarà aperta al pubblico sino a domenica sera.

La novità di questa edizione è che alcuni laboratori, nello specifico mosaico, decoupage, candele, bigiotteria e cartapesta, sono stati istituiti anche in alcune scuole primarie elementari del Comune, con dei risultati più che soddisfacenti.

L’inaugurazione è fissata per sabato mattina alle ore 11.00 in piazza dei Signori e sarà accompagnata dall’esecuzione di alcuni brani da parte di allievi dell’indirizzo musicale della scuola media L. Stefanini.

“Scuola media manualità” ha l’ambizione di mostrare e insegnare il valore culturale ed educativo del “fare”. Con l’aiuto dei maestri artigiani e in sinergia con gli insegnanti di classe, i ragazzi imparano a governare la cultura che le mani sanno sprigionare. Invogliarli a diventare artigiani non è, infatti, il motivo principale che anima i curatori del progetto. L’obiettivo principe di “Scuola media manualità” è promuovere una visione complessiva della cultura, capace di riconoscere e valorizzare il patrimonio di esperienze di tanti mestieri artigiani.