Il sentiero nascosto delle arance

0
416
SENTIERO-NASCOSTO-ARANCE-ilnordestIl romanzo dell’antropologa greca Ersi Sotiropulus acclamato come il più bel racconto degli ultimi dieci anni

Un racconto originale, un dramma dell’assurdo che attraverso quattro personaggi legati l’uno all’altro cercano un distino diverso da quello cui sembrano inesorabilmente destinati nella Grecia in preda al disastro economico e sociale. Questo il filo che lega il racconto della scrittrice e antropologa greca Ersi Sotiropulus, pluripremiato dalla critica greca e tradotto in numerose lingue.

Lia è una ragazza affetta da un misterioso virus che la sta consumando e vive reclusa in un ospedale della capitale greca, circondato da alberi di arance amare. Il suo unico contatto con il mondo esterno è il fratello Sid, schivo e poco socievole. Il peggior nemico di Lia, invece, è Sotiris, un infermiere che non perde occasione per maltrattarla.

Ambiguo e violento, il giovane si rifugia spesso nel suo paese natio, dove può dare libero sfogo alle sue più segrete pulsioni. Qui trascorre l’estate anche Nina, una ragazzina ribelle che sogna di fuggire da quel villaggio di pescatori in cui il tempo non sembra passare mai. Sarà proprio qui che la vedrà per la prima volta Sotiris, fatalmente attratto dalla sua bellezza. Le loro quattro strade, all’apparenza così distanti, potrebbero non incontrarsi mai.

Perché le loro strade, in apparenza tanto distanti, arriveranno improvvisamente a convergere? Quali desideri, quali manie, quali fragilità legheranno in maniera indissolubile quattro storie così diverse? La pluripremiata scrittrice greca Ersi Sotiropoulos firma un indimenticabile spaccato di vita dal gusto dolceamaro, un romanzo commovente e intenso che dà voce alla solitudine e alla naturale necessità di stringere dei rapporti umani. Ambientato ai piedi del monte Elicona tra Atene e una piccola località marinara, il lavoro della Sotiropulus è un tragico spaccato, disinibito, acceso e premonitore della società greca, proposta al lettore con un sottile umorismo in agrodolce.

Ersi Sotiropulus, nata a Patrasso nel 1953, antropologa di formazione, ha studiato e vissuto a lungo in Italia, prima di ristabilirsi nel suo Paese natale. Dal suo esordio nel 1980, ha pubblicato diversi romanzi, raccolte di racconti e di poesie, alcuni dei quali sono stati già tradotti in lingua italiana. Il sentiero nascosto delle arance, uscito per la prima volta in Grecia nel 1999, è un grande successo internazionale insignito del Premio nazionale greco come miglior libro del 2012. 250 pagine, euro 9,90.