Veneto, bene il turismo nei primi cinque mesi del 2014

0
400
lettino spiaggia mare LavazzaSi conferma la ripresa della presenza degli italiani (+11,4%); bene gli arrivi dalla Cina (+24,7%)

Anche a maggio il turismo nel Veneto fa segnare interessanti risultati, soprattutto per quanto riguarda gli arrivi e per le presenze dai nuovi importanti mercati russo e cinese, ma anche perché conferma la ripresa del turismo nazionale già affacciatasi nei mesi precedenti, con una crescita delle presenze dell’11,4%.

«Il maggio di quest’anno è probabilmente il mese meno indicato per delineare bilanci – ricorda l’assessore al turismo del Veneto Marino Finozzi – ma i numeri sono confortanti. Va segnalato però che il posticipo della Pentecoste a giugno (lo scorso hanno si è celebrata appunto a maggio) rende inattendibili i dati riguardanti il turismo proveniente dai Paesi di lingua tedesca, dove questa festa è particolarmente sentita e utilizzata per periodi di ferie: tedeschi e austriaci sono i nostri migliori clienti e rappresentano mediamente un quinto degli arrivi e quasi un terzo delle presenze, ma per una comparazione dovremo attendere le rilevazioni di giugno».

I dati confermano invece le aspettative sul turismo cinese, che nei primi cinque mesi dell’anno ha registrato un +24,7% degli arrivi, collocandosi al IV posto nella graduatoria del turismo estero, con una crescita del 23,5% nelle presenze, dove la Cina si piazza al IX posto subito alle spalle della Russia, che comunque sia registra un +0,3% di pernottamenti.

«Vediamo come andrà la stagione turistica – dice ancora Finozzi – e io sono abbastanza ottimista nonostante l’andamento altalenante del tempo e gli errori nelle previsioni meteo. In ogni caso, le rilevazioni confermano il buon andamento delle città d’arte (+ 5,9% di arrivi) e la ripresa delle terme (+ 3,5). Sostanzialmente confermato il trend relativo alla tipologia delle strutture di ospitalità, con una crescita negli alberghi a 4 e 5 stelle e di lusso, una sostanziale parità in quelli a 3 stelle e un -2,5% in quelli a 1 o 2 stelle. E’ confermato pure (+16,4%) l’apprezzamento per l’agriturismo».

Comunicato n. 1663-2014 (TURISMO)