Pasta Zara, ok del Tribunale di Treviso al concordato preventivo

Bragagnolo: «una buona notizia che ci permette di guardare con grande fiducia al futuro». 

0
401
pasta zara
Il patron di Pasta Zara, Furio Bragagnolo

Pasta Zara, storico pastificio veneto, ha scongiurato il fallimento a causa della crisi di liquidità che ha travolto l’azienda a seguito del fallimento delle banche venete dove l’azienda aveva investito parte delle proprie risorse.

Il Tribunale di Treviso ha omologato il concordato preventivo. A settembre il piano era stato approvato a larga maggioranza da parte dei creditori della società, raggiungendo l’obiettivo in tutte e sei le classi previste dalla proposta. L’iter è stato seguito dai Commissari Giudiziali nominati dal Tribunale di Treviso, Lorenza Danzo, Marco Parpinel e Danilo Porrazzo, e ottenuto il via libera dal giudice delegato, Antonello Fabbro.

«E’ una notizia che aspettavamo e che ci permette di guardare con grande fiducia al futuro -commenta il presidente di Pasta Zara, Furio Bragagnolo -. Ringrazio i lavoratori che in questi mesi hanno continuato a credere nel progetto e a chi, penso ai fornitori, ha continuato a sostenerci».

La società di Riese Pio X (Tv), nell’ambito del piano ha siglato con Barilla l’accordo per cedere per 118 milioni di euro lo stabilimento di Muggia in Friuli Venezia Giulia, incluso un contratto di “co-packing” (imballaggio, confezionamento ed etichettatura dei prodotti Zara) per un periodo di cinque anni.

Nel decreto del Tribunale si legge che il passivo complessivo di Pasta Zara è di 295,3 milioni di euro e che i crediti prededucibili e privilegiati sono di 101 milioni di euro. La proposta concordataria è che i debiti finanziari vengano soddisfatti al 33% entro 12 mesi dall’omologa del concordato e che i crediti di SGA e di Bank of China vengano a loro volta soddisfatti al 33%, ma entro 5 anni dall’omologa. Infine, i crediti degli istituti di leasing saranno rimborsati al 100%entro 24 mesi dall’omologa.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata