Motor Valley emiliana: FAW e Silk EV firmano l’accordo per produrre auto di alta gamma

Saranno modelli “full electric” e “plug-in” per un investimento da oltre 1 miliardo di euro. Il designer sarà Walter De Silva. 

0
304
motor valley
I modelli di auto alto di gamma previsti dall'alleanza Fai-Silk EV.

Il gruppo cinese FAW, il più grande produttore di auto del Paese asiatico, e l’americana Silk EV, sono pronti a realizzare nella “Motor Valleyemiliana un progetto di investimento da un miliardo di euro per la nascita di un polo all’avanguardia dove progettare e produrre auto di alta gamma full electric e plug-in.

Le due società hanno confermato l’investimento con la firma di una joint venture per la progettazione, ingegnerizzazione e produzione delle nuove vetture che saranno ideate e sviluppate in Emilia Romagna, dove Silk EV ha la sua sede centrale, mentre la produzione su larga scala avverrà sia in terra emiliana che a Changchun, dove ha sede il quartier generale di FAW.

L’annuncio è arrivato nel corso di un incontro istituzionale in video conferenza a cui hanno partecipato il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il presidente di FAW, Xu Liuping, e il presidente di Silk EV, Jonathan Krane, oltre a Vincenzo Colla, assessore regionale allo sviluppo economico e Lavoro, i dirigenti di Silk EV e FAW, e diverse autorità cinesi, fra le quali il governatore della provincia di Jilin, Jing Junhai, e Wang Kai, membro del Comitato del Partito centrale e segretario del Comitato comunale del Partito di Changchun.

Non appena possibile, FAW e Silk EV sceglieranno insieme a Bonaccini il luogo migliore dove realizzare il nuovo polo motoristico all’interno del territorio della “Motor Valleyemiliana. Durante l’incontro è stato inoltre annunciato che le due società hanno scelto il designer Walter De Silva (già Alfa Romeo e già gruppo Volkswagen) come responsabile della nuova linea di vetture, che in Cina si legherà al brand Hongqi, mentre in Italia e nel resto del mondo il nome del marchio è ancora in via di definizione.

Silk EV e FAW realizzeranno in Emilia Romagna un futuristico centro di innovazione, completamente interconnesso, nonché impianti di produzione: si tratterà di un vero e proprio “experience center” all’interno della “Motor Valley”. In aggiunta, verrà realizzato anche un secondo centro di innovazione a Changchun che si concentrerà sulla produzione dei modelli S5 e S3.

La “Motor Valleyemiliana è un distretto industriale unico al mondo forte di 16.500 aziende e oltre 90.000 addetti, con 16 miliardi di fatturato annuo e un export di 7 miliardi. Qui hanno radici e sede marchi noti in tutto il mondo: Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas, Magneti Marelli, Maserati, Pagani e Toro Rosso.

«Siamo di fronte a un progetto di straordinaria portata – afferma Bonaccini -. Il fatto che la scelta sia caduta sulla nostra “Motor Valley”, la sola a livello mondiale, ci riempie d’orgoglio e premia gli investimenti che abbiamo fatto in ogni ambito, puntando sulla qualità: le reti dell’alta formazione e dell’alta tecnologia che vedono insieme università e imprese, i saperi e le professionalità che qui si possono trovare, ricerca e sviluppo, la logistica, la qualità della vita stessa, così come la capacità di risposta e di fare sistema di istituzioni ed enti locali». 

Xu Liuping, Chairman e Party Secretary di FAW (che possiede i marchi Hongqi, Bestune e Jiefang e che nel 2019 ha venduto 3,464 milioni di vetture), spiega come che «nell’ambito dell’iniziativa “Belt & Road”, questa alleanza rappresenta un traguardo importante per l’industria automobilistica cinese, italiana e mondiale. Per FAW è un’occasione unica per posizionare con ancora maggior forza il marchio quale eccellenza automobilistica nella provincia di Jilin, culla dell’industria automobilistica cinese, e per avvicinarci alla “Motor Valleyitaliana, ecosistema integrato e ingegnerizzato a livello globale, rinomato per il suo patrimonio automobilistico di auto di lusso e da corsa, nonché un’opportunità per diventare il nuovo punto di riferimento nel segmento delle auto sportive elettriche».

«Silk EV– spiega Jonathan Krane, presidente di Silk EV– è entusiasta e onorata di portare in questa partnership il proprio know-how, il design e la sua esperienza nel settore delle auto sportive. La serie “S” costituirà un connubio unico tra i segmenti dell’ultra-lusso, delle vetture sportive e delle vetture elettrificate, quelle in più rapida crescita nel mercato italiano e mondiale e italiano. I nostri veicoli saranno in grado di combinare un’esperienza di guida emozionante, sostenibile ed esclusiva con l’uso di tecnologie all’avanguardia, facendo leva su un ecosistema globale di partner e fornitori di alto livello. I nostri modelli saranno precursori di una nuova era del lusso e della mobilità sostenibile».

Walter De Silva aggiunge: «sono entusiasta di dare vita al design della Serie “S”, siamo nella fase finale della realizzazione della S9, i cui elementi fondanti sono rappresentati dalla bellezza e dall’eleganza, incarnando “The essence of Beauty”. Grazie a questa joint venture, l’Italia e la Cina si pongono all’avanguardia dell’innovazione dell’industria dell’auto, stabilendo un nuovo modello culturale capace di creare un connubio tra l’essenza del design e la tecnologia, proprio come avviene tra questi due Paesi».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata