L’Italia deve riformare al più presto la propria spesa pubblica

De Romanis: «serve una rapida presa di coscienza da parte della politica per supportare la crescita del Paese, che naviga in una salute economica peggiore degli altri». 

0
1557
spesa pubblica

Il rilancio italiano passa attraverso una profonda e ineludibile riforma della spesa pubblica, perché l’enorme debito pubblico, cresciuto ulteriormente durante la crisi pandemica causa una spesa forse troppo di manica larga, non permette un corretto equilibrio tra costi e benefici, finendo con il penalizzare le possibilità di ripresa, crescita e sostenibilità della finanza pubblica.

Ti piace “Focus”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

La politica italiana deve darsi una regolata, rifuggendo dalle tentazioni – e che tentazioni! – preelettorali di allargare nuovamente i cordoni della spesa senza prima passare da una riqualificazione della stessa spesa pubblica, dove alberga indisturbata una quota stimata attorno ai 50-60 miliardi di spesa pubblica improduttiva, alimentata da provvedimenti settoriali, clientele, leggine varie. Sia chiaro: una situazione che non è solo eredità di almeno trent’anni di cattivo governo della cosa pubblica, ma anche figlia degli ultimissimi governi, dal ConteUno al BisConte, perfino con il Draghi.

E’ un vero peccato che i frutti della ricerca dell’Osservatorio conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano sia finito in un battibaleno nel cassetto ben nascosto nel suo fondo. Per la politica di ogni colore – rossa, gialla e verde – le parole taglio, riduzione, riqualificazione sono un atto contro natura. Suonano molto meglio alle orecchie dei politici in cerca di rielezione o di buonuscita l’aumento della spesa, nuovi scostamenti di bilancio, bonus vari, sconti e sgravi.

In questa puntata di “Focus” di “ViViItalia Tv” l’esperto in comunicazione e analisi politica, Gianfranco Merlin, e il direttore de “il NordEst Quotidiano”, Stefano Elena, intervistano Veronica De Romanis, docente di Politica economica europea alla Stanford University di Firenze al MBA della Luiss, oltre ad essere stata per oltre dieci anni membro del Consiglio degli esperti del ministero dell’Economia e finanza e attuale componente del comitato direttivo dell’Osservatorio conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano.

Buona visione.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Ti piace “Focus”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/XsWisyqEwVw?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata