Casi di miopia tra i giovani in crescita causa uso intensivo di schermi

Romanelli: «bisogna riposare periodicamente l’occhio alternando ogni ora la visione da vicino tipica degli schermi con una visione all’esterno a lunga distanza». 

0
805
miopia

L’utilizzo intensivo di schermi da computer, tablet e telefoni cellulari da parte di dei giovani impegnati nella didattica a distanza ha fatto registrare, come effetto collaterale, una decisa crescita dei casi di miopia, complice il fatto che questi dispositivi sono stati utilizzati continuativamente senza fare adeguate pause di relax visivo.

Ti piace “Focus”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Continuare a fissare uno schermo da distanza ravvicinata, come spesso capita con lo schermo specie se di piccole dimensioni come quello di un telefono cellulare, e per lungo tempo può causare l’insorgenza della miopia, proprio perché i muscoli oculari sono usati per tenere una messa a fuoco ravvicinata. Viceversa, sarebbe raccomandabile effettuare delle pause di 5-10 minuti ogni ora di utilizzo di un videoterminale, sollevando lo sguardo dallo schermo, specie se piccolo, per dirottarlo sulla finestra per ammirare il panorama esterno, con una messa a fuoco posta su oggetti distanti. In questo modo, i muscoli dei bulbi oculari si muovono evitando di stare fissi su una determinata posizione.

Dai giovani alle persone con più di 40-45 anni: in questo caso i problemi alla vista sopraggiungono con la vista da vicino, con casi di presbiopia, che tocca chi più, chi meno, tutti proprio per l’invecchiamento dei componenti dell’occhio, che progressivamente perdono elasticità e capacità di adattamento.

In entrambi i casi, è necessario effettuare visite periodiche presso un oculista per prevenire l’insorgenza di situazioni che potrebbero diventare pericolose, oltre che utilizzare buone norme di igiene, specie quando si utilizzando le lenti a contatto.

In questa puntata di “Focus” di “ViViItalia Tv”, l’esperto in comunicazione e analisi politica, Gianfranco Merlin, e il direttore de “il NordEst Quotidiano”, Stefano Elena, intervistano Federica Romanelli, responsabile dell’Unità operativa multizonale oculistica dell’Azienda per i servizi sanitari della provincia di Trento, con cui si analizza il fenomeno, offrendo utili consigli per la corretta salute degli occhi.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Ti piace “Focus”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/L58LbKnlcuQ?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata