Le elezioni politiche 2022 viste dallo specchio dei sondaggi

Fonda: «gli elettori evidenziano una fotte disillusione sui programmi politici e sulle alleanze». 

0
628
elezioni politiche 2022

Tra gli elettori c’è ancora una grande confusione sulle prossime elezioni politiche e solo 4 elettori su 10 si dicono interessati alla politica: l’appuntamento delle “Politiche” del 25 settembre potrebbe segnare il record di astensionismo che già ora veleggia oltre il 40% degli aventi diritto.

In questa situazione, tutti gli istituti di sondaggio danno in testa il centro destra con largo vantaggio sul centro sinistra, anche se qualcosa potrebbe ancora cambiare con gli ultimi rimescolamenti e con l’entrata in coalizione del centro sinistra di Azione di Carlo Calenda, mentre il “MostroMatteo Renzi parrebbe destinato ad una mogia corsa in solitaria, con dinanzi a sé la barriera della soglia del 3%.

Ti piace “Focus”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Tra i potenziali premier, gettonatissimo da destra e da sinistra rimane quello uscente Mario Draghi, mentre è in forte ascesa Giorgia Meloni, come parimenti s’approfondisce il clamoroso calo di Matteo Salvini, che finisce in fondo tra le preferenze dei cittadini.

Ma c’è una questione che tutti i partiti dovrebbero avere da subito ben presente: ben pochi elettori credono alla fattibilità delle promesse elettorali, che si chiamino autonomia (Salvini docet), pensioni a quota 1.000 euro (Berlusconi dixit) e presidenzialismo (Meloni vis). Quindi, i politici in servizio e aspiranti tali, puntino alla continenza delle loro mirabolanti proposte e tengano ben saldi i piedi a terra, perché gli elettori non sono stupidi e la forte affermazione del 2018 dell’unica proposta contro il sistema (il M5s: che ha rapidamente subito una mutazione genetica e, soprattutto, nel fondoschiena, rapidamente abituatasi alle mollezze degli agi della tanto vituperata casta) potrebbe anche fare il bis nel 2022 con le nuove proposte antisistema, che potrebbero erodere consensi a destra e a sinistra e cambiare anche qualche risultato nei collegi uninominali.

In questa puntata di “Focus” di “ViViItalia Tv”, l’esperto in comunicazione e analisi politica, Gianfranco Merlin, e il direttore de “il NordEst Quotidiano”, Stefano Elena, intervistano il direttore di ricerca di SWG, Rado Fonda, che offre il suo osservatorio sociale agli spettatori con interessanti analisi e scenari sulle elezioni politiche 2022.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Ti piace “Focus”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/W8PGGQ01bxo?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata