Il tema federalista e autonomista torna in auge con Rete 22 Ottobre

Pagliarini: «i problemi dell’Italia si guariscono con una profonda riforma istituzionale improntata al federalismo, che poi può anche essere presidenzialista». 

0
585
tema federalista e autonomista

Il flop elettorale della Lega Salvini premier alle elezioni del 25 settembre 2022 ha dato nuova linfa al tema federalista e autonomista di quella base politica orfana della politica della Lega Nord, troppo frettolosamente accantonata dal corso salviniano e, con essa, pure la richiesta di maggiore autonomia per le regioni che l’hanno domandata, tanto che, a 5 anni dal referendum del 22 ottobre 2017, Salvini si è ricordato dell’autonomia solo alla vigilia delle elezioni politiche.

Ti piace “Focus”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Non è un caso che attorno a Rete 22 Ottobre si stiano coalizzando le formazioni autonomistiche che hanno già raggiunto le trenta adesioni e che il prossimo 22 ottobre celebreranno a Pavia e a Schio in contemporanea il referendum autonomista autogestito svolto in Lombardia e in Veneto, il cui esito è stato vergognosamente disatteso proprio da Matteo Salvini, oltre che boicottato dai partiti della sinistra, ad iniziare dal Pd.

In questa puntata di “Focus” di “ViViItalia Tv”, l’esperto in comunicazione e analisi politica, Gianfranco Merlin, e il direttore de “il NordEst Quotidiano”, Stefano Elena, intervistano sul tema federalista e autonomista l’ex ministro al bilancio del governo Berlusconi I e presidente della Rete 22 Ottobre, Giancarlo Pagliarini, che presenta il bilancio dei primi 3 anni di attività della Rete e i suoi prossimi obiettivi, a partire dalla possibilità di trasformarsi in una nuova forza politica per dare agli italianispecie quelli del Nord orfani della Lega – la possibilità di scegliere finalmente una politica di stampo federalista e autonomista.

Una riforma che potrebbe anche andare in parallelo all’annunciata riforma istituzionale in senso presidenzialista annunciata dalla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, nel caso molto probabile che riceva il mandato di formare il nuovo governo della Repubblica. Una Repubblica che ha bisogno urgente di una profonda ristrutturazione per adeguarla alle mutate esigenze del Paese, ad iniziare dall’avvicinare il reale potere politico ai cittadini, tale anche da aumentare il controllo degli elettori sull’operato della politica.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Ti piace “Focus”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/CFZXA2cHJ4M?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata