Distribuzione moderna: nel 2022 assorbiti 4 miliardi di aumenti di prezzi

Il dato emerge dalla ricerca di The European House - Ambrosetti per Adm - Associazione Distribuzione Moderna.

0
132
Distribuzione moderna

Nel 2022 le aziende della distribuzione moderna hanno assorbito 3,9 miliardi di euro di inflazioneconsentendo un risparmio fino a 77 euro al mese a famiglia: il dato emerge dalla ricerca “L’Italia di oggi e di domani: il ruolo sociale ed economico della Distribuzione Moderna”, realizzato da The European House – Ambrosetti per AdmAssociazione Distribuzione Moderna.

«Risulta evidente il ruolo di calmiere sociale che le aziende della distribuzione moderna continuano a svolgere per quanto possibile – afferma Marco Pedroni, presidente di Adm – ma che vista l’impennata inflattiva deve vedere l’impegno non solo di tutta le imprese del largo consumo, ma anche delle istituzioni. Il documento fotografa come negli ultimi anni, tra pandemia e caro vita, la Distribuzione Moderna abbia dimostrato di essere un asset strategico dell’economia del Paese, sia per il valore aggiunto che riesce a generare sia per il contributo occupazionale, in particolare di giovani e donne. È però innegabile la necessità di un’azione del Governo di sostegno dei consumi, a favore in particolare delle famiglie più fragili. Un Paese che vuole tornare a crescere è necessarioadotti un’adeguata politica di sostegno dei consumi che rappresentano oltre il 60% del PILitaliano».

Il settore distributivo italiano nella filiera agroalimentare è responsabile dell’80% degli acquistiattraverso una rete di 25.000 punti vendita. Dei 600 miliardi di euro di fatturato complessivi della filiera (50 miliardi dall’export), 155 miliardi sono generati dalle aziende della Distribuzione Moderna(DM), con un valore aggiunto italiano per oltre 52 miliardi di euro tra diretto (25,6 miliardi) e indiretto(21,3 miliardi derivante dalle filiere di fornitura e subfornitura) e indotto (5,2 miliardi), cioè generato dagli occupati nella DM e nelle filiere attivate.

Grazie alla presenza dei punti vendita su tutto il territorio nazionale, la DM ha circa 440.000 occupatidiretti (+3,1% vs 2019) e 3,3 milioni indiretti, considerando anche le filiere attivate. Nel Mezzogiorno, inoltre, il settore è al 4° posto per incidenza degli assunti, e in termini di lavoro femminile e giovanile registra rispettivamente un +32% e +67% degli occupati rispetto alla media nazionale.

Un ruolo determinante nel contenimento dei prezzi è svolto dalla Marca del Distributore il cui fatturato è, secondo le stime di The European House – Ambrosetti su dati IRI, di 12,8 miliardi di euro (+9,4 rispetto al 2021) e la quota di mercato il 20,8%, quasi raddoppiata rispetto al 2003. La Marca del Distributore ha anche consentito di coniugare la convenienza all’elevata qualità e allasostenibilità, come confermato dal 72% dei consumatori (survey IPSOS ai consumatori italiani, 2022).

«La Marca del Distributore ha progressivamente conquistato la fiducia dei consumatori che la percepiscono come una risposta affidabile e soddisfacente alla ricerca di un buon rapporto qualità-prezzo – commenta Valerio De Molli, managing partner & ceo di The European House – Ambrosetti -. Il progressivo apprezzamento ha favorito anche la crescita economica di molte mediee anche piccole aziende fornitrici, arrivando a determinare il 60% dell’incremento del fatturato dell’industria alimentare nel mercato domestico».

Dall’analisi dei bilanci di 651 aziende emerge che tra il 2013 e il 2021 le aziende Marca delDistributore partner hanno avuto performance migliori rispetto alla media dell’industria alimentare e la tendenza si conferma per l’anno appena concluso: 7 aziende su 10 dichiarano un aumento di fatturato, di cui il 27,1% in una gamma tra il 10-20% e il 24,1% tra il 20-30%.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata