Sebastiano Callari traccia un primo bilancio della piattaforma eAppaltiFVG-SAT

«Partita la piattaforma che dà la precedenza alle nostre aziende».

0
1105
Sebastiano Callari Sanità e digitalizzazione
L'assessore regionale al patrimonio, demanio, servizi generali ed informativi della regione Friuli Venezia Giulia, Sebastiano Callari.

«Il primo marzo 2023 abbiamo attivato la piattaforma eAppaltiFVG-SAT che permette l’effettuazione di ordini diretti da catalogo o affidamenti diretti semplificati sotto la soglia comunitaria – spiega il candidato della Lega – Fedriga alle prossime elezioni regionaliSebastiano Callari –. Fino ad ora, sono state ben 421 le aziende che si sono iscritte per beneficiare degli acquisti sotto soglia che la regione Friuli Venezia Giulia compie ogni anno. Parliamo di cifre che nel 2021, ad esempio, si attestavano intorno ai 215 milioni di euro”.

Callari tira dritto sul sistema eAppaltiFVG-SAT: «una piattaforma che ho fortemente voluto e che desidero implementare per tutelare e proteggere le aziende e lavoratori della nostra regione», spiega l’assessore mentre tiene tra le mani alcuni dati relativi alla piattaforma attivata da circa tre settimane.

«Gli acquisti effettuati dalle stazioni appaltanti della regione Friuli-Venezia Giulia nel 2021 sono stati di circa 770 milioni di euro, nel 2022 si sono attestati su circa 700 milioni. Circa la metà di questi si riferiscono ad acquisti sotto soglia che ho voluto lasciare alle aziende locali della Regione».

Proprio da questo nasce l’idea della piattaforma per coinvolgere le piccole medie imprese della Regione, che sono la maggior parte, a partecipare agli appalti pubblici del Friuli-Venezia Giulia con gli acquisti sotto soglia: «i circa 4.000 operatori economici regionali sono prevalentemente micro imprese del territorionon possiamo escluderle o rendere loro difficoltoso l’accesso ai procedimenti d’appalto della pubblica amministrazione. Il fatto che in due settimanequasi 500 aziende si siano iscritte a eAppaltiFVG significa che c’è volontà di essere protagonisti e di crescere nel e per il territorio».

Appalti pubblici legati dunque al tessuto produttivo della Regione che si vanno ad affiancare alla piattaforma nazionaledel MePA. «Abbiamo aziende dalla Sardegna che a volte vengono a fare manutenzioni qui, con costi elevatissimi e servizi che talvolta non sono all’altezza – commenta Callari -. Questa cosa non andava bene e bisognava cambiarla. L’abbiamo fatto in punta di diritto grazie alla piattaforma eAppaltiFVG e continueremo a valorizzare le aziende localigrazie a questa piattaforma specificatamente pensata per loro, per i loro cataloghi, per i loro servizi».

Una strategia che, secondo l’assessore Callarista già portando buoni risultati: «abbiamo detto alle realtà produttive di esporre i propri servizi sulla piattaforma in pieno stile Amazon e abbiamo dato la possibilità ai comuni e agli enti di acquisire beni e servizi con più facilità, soprattutto quelli sotto soglia e a chiamata diretta. Mentre alle aziende del territorio resta la garanzia di veder aumentare l’annuale numero di appalti vinti. E questo è, a mio parere, fondamentale per lo sviluppo della nostra regione».

Sebastiano Callari
L’assessore Sebastiano Callari al centro con il governatore Massimiliano Fedriga e altri candidati.

Una strategia spalmata sul lungo periodo che ha però già avuto inizio. Una capillare digitalizzazione a favore delle piccole e medie imprese del Friuli-Venezia Giulia. «Io credo che il mio impegno, da candidato alle elezioni regionali, passi anche per questa road map fondamentale: la digitalizzazione dei servizi. Parlando con gli imprenditori del territorio mi sono reso conto che era fondamentale compiere questa operazione per dare ed aumentare il numero delle operazioni economiche in essere alle aziende per proteggerle dalla competizione extra-regionale».

«Se le aziende non crescononon c’è lavoro per la popolazione e il territorio si impoverisce – chiude Sebastiano Callari -. Se così fosse, è meglio se stiamo tutti a casa. Con la lista Lega – Fedriga e Sebastiano Callariquesto non accadrà».

Oltre gli slogan elettorali, il messaggio di Callari fa affidamento sulla sua precedente esperienza come assessoreregionale al demanio e alla digitalizzazione. Cerca la riconferma dunque, Callari, in una campagna politica che, al di là delle scorrettezze degli avversari, è stata condotta senza vendere promesse, ma offrendo dati e progetti concreti su quanto fatto e quanto si farà nella prossima legislatura.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata