Trasporto intermodale: accordo tra Interporto Quadrante Europa di Verona e Kombiverkehr

Saranno potenziati i servizi lungo il corridoio del Brennero.

0
448
trasporto intermodale

Si intensificano sempre di più i rapporti, già consolidati, tra Consorzio Zai e Kombiverkehr KG, nell’ottica dello sviluppo dell’attività di trasporto intermodale sul corridoio del Brennero basandosi sul Quadrante Europa di Verona.

Durante Transport Logistic, la principale fiera dedicata al trasporto intermodale e alla logistica svoltasi a Monaco è stato siglata un’intesa preliminare per concordare una linea d’azione comune che possa portare allo sviluppodel traffico ferroviario tra Verona e la Germania, intensificando la presenza sul terminal veronese di Kombiverkehr.

L’Interporto Quadrante Europa, al primo posto in Italia e ai vertici della classifica europea, conferma sempre di più la propria vocazione e posizione di vertice nel trasporto combinato, metodologia di trasporto ferroviario di unità di carico intermodali, che siano semirimorchi, casse mobili, cisterne o container. Inoltre, l’InterportoQuadrante Europa di Verona è un nodocore” della rete TEN-T sul corridoio Scandinavo-Mediterraneo e questo viene confermato dai volumi di traffico del 2022, anno in cui sono stati movimentati 436.203 UTI equivalenti a 780.802 TEU con 15.010 treni merci.

Kombiverkehr KG è un fornitore di servizi logistici nel settore del trasporto merci su rotaia con sede a Francoforte sul Meno che sviluppa, organizza e commercializza il trasporto intermodale di merci su strada-ferrovia-acqua. La rete dell’azienda offre circa 170 treni al giorno per più di 25 Paesi in Europa, con 15.000 collegamenti gateway.

trasporto intermodale
Il caricamento di un semirimorchio su un carro ferroviario.

«I nostri servizi sono rivolti a spedizionieri e aziende di trasporto e solo nel 2022 abbiamo trasferito quasi 970.000 spedizioni di camion – equivalenti a oltre 1,9 milioni di TEUdalla strada alla rotaia, alleggerendo così in modo significativo la rete stradale europea, ma soprattutto le delicate regioni alpine dal traffico merci pesante», afferma Armin Riedl, amministratore delegato di Kombiverkehr KG.

Secondo Heiko Krebs «Kombiverkehr gestisce attualmente 168 treni alla settimana da e per il centro di trasporto merci Quadrante Europa con i suoi partner italiani. Con questi, colleghiamo ad alta frequenza i più importanti terminal tedeschi nelle aree industriali e produttive con l’Italia settentrionale».

«Questo importante accordo tra Consorzio ZAI e un’azienda leader nel settore del traffico combinato come Kombiverkehr KG permetterà a Verona e a tutte le aziende operanti nel corridoio Scandinavo-Mediterraneo di intensificare i propri traffici, con una vocazione sempre più green – sottolinea Matteo Gasparato, presidentedell’Interporto Quadrante Europa -. Utilizzando i dati di traffico degli ultimi anni si può quantificare un risparmio annuale medio di costi esterni pari a circa 155 milioni di euro, che equivalgono a circa 1,3 miliardi di euro in 10 anni. Questa analisi conferma ancora una volta come il trasporto combinato ferro-gomma, core business del Quadrante Europa, rappresenti senza dubbio la modalità di trasporto più sostenibile per Verona e per tutte le comunità localizzate lungo i corridoi di traffico merci».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata