Trentino, il Fugatti Bis già in crisi a due ore dalla presentazione ufficiale

Il nuovo governo del Trentino rischia di non partire per la crisi innescata dal ritiro degli assessori designati di Fratelli d’Italia, che non reputa adeguate le competenze assegnate.

0
413
trentino

Ad appena due ore dalla sua presentazione ufficiale, il governo del Trentino, il Fugatti Bis, è andato in crisi per l’Aventino da parte dei due assessori designati da Fratelli d’Italia che hanno ritenuto inadeguate e frutto di mancate trattative le competenze assegnate loro dal presidente rieletto, il leghista Maurizio Fugatti, che ha voluto tirare la corda nei confronti dell’alleato, stracciando gli accordi preelettorali validati anche dalle segreterie nazionali di Lega e FdI.

A fare scoppiare la crisi, la mancata assegnazione dell’incarico di vicepresidente del Trentino a Francesca Gerosa, incarico che le era stato garantito per chiudere l’accordo con Fratelli d’Italia che fino all’ultimo tenevaproprio la Gerosa come candidato alternativo del centro destra a Fugatti. Solo la marcia indietro del partito di Giorgia Meloni, Fugatti ha potuto ricandidare come leader della coalizione, perché lo scenario alternativo sarebbe stato un centro destra diviso.

Anche la campagna elettorale è stata gestita all’insegna dei contrasti tra Lega Salvini e Fratelli d’Italia, dove le scaramucce tra Fugatti e Gerosa non sono mancate, che proprio nella ripartizione delle deleghe assessorili sono cresciute al massimo, specie per la vicepresidenza che Fugatti ha affidato al fido Achille Spinelli, il qualche s’è impossessato anche di parte delle competenze in tema di istruzione – quelle legate all’università e ricercadestinate a Gerosa.

Ti piace “Focus Trentino”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

Anche le competenze assegnate a Cia non hanno soddisfatto le ambizioni dell’aspirante assessore, che appaiono più come un contentino per il secondo assessorato – che Fugatti non voleva assegnare a FdI – che un reale valore politico.

Fatto sta che il commissario del Trentino Alessandro Urzì di FdI ha preso atto della situazione, ritirando la delegazione dalla composizione della giunta provinciale che oggi si è riunita per la prima volta proprio senza gli assessori di FdI, che al momento sembrano tenere entrambi un piede all’interno della maggioranza, visto che pur non partecipando alla prima seduta della giunta, non hanno ancora presentato le dimissioni ufficiali dall’incarico.

C’è anche dell’altro. La situazione innescata dall’Aventino di Fdi che al momento pare però garantire i suoi cinque voti alla maggioranza di centro destra, c’è la questione dell’assessore esterno, con la capolista della Lega Salvini, l’attuale assessore all’agricoltura Giulia Zanotelli, che avrebbe dovuto dare le dimissioni da consigliere eletto – tra quelli con più preferenze personali – per poi essere recuperato come assessore tecnico esterno, facendo rientrare in Consiglio provinciale il primo dei non eletti della Lega Salvini, Devid Moranduzzo. Il problema è che le dimissioni di Zanotelli – sempre che siano confermate all’indomani dello strappo di FdI – dovrebbero essere discusse e ratificate dal Consiglio provinciale, dove i 5 voti di FdI potrebbero saldarsi ai 14delle opposizioni e mandare in minoranza i 16 consiglieri di maggioranza del Fugatti Bis, tirando per le lunghe l’approvazione delle dimissioni.

C’è poi la questione, affatto trascurabile, della necessità di approvare il bilancio 2024 del Trentino, cosa tutt’altro che scontata se FdI vorrà fare seriamente sentire il proprio peso sulla maggioranza che, in caso di non approvazione entro i tempi regolamentari, potrebbe portare automaticamente allo scioglimento del Consiglio provinciale.

Comunque, una cosa al momento è certa: sia che la maggioranza di centro destra imploda politicamente o che non venga approvato il bilancio perché il Consiglio si blocca per la mancata elezione dei propri vertici, se si dovesse andare a nuove elezioni Fugatti sarebbe impossibilitato a partecipare come candidato presidente per avere superato le due elezioni consecutive previste dalla legge elettorale.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano” e “Dario d’Italia”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Ti piace “Focus Trentino”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/RUu9ulJxIy8?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

https://www.facebook.com/viviitaliatvwebtv

© Riproduzione Riservata