Il Consiglio di Stato sospende esecutività sentenza del Tar Lazio su Pedemontana Veneta

0
482
Luca Zaia

Luca ZaiaZaia: “una decisione doverosa”. Chisso: “i lavori procedono nell’interesse del Veneto, dei Veneti, dell’economia del Paese”. Miller (Confindustria Veneto): “confermato il sistema di governo del territorio

Il Consiglio di Stato ha emesso un decreto che sospende l’efficacia della sentenza del TAR del Lazio che aveva dichiarato l’illegittimità della procedura relativa alla dichiarazione dell’emergenza Pedemontana Veneta e la nomina del Commissario Straordinario. Soddisfazione per il provvedimento ha espresso il presidente del Veneto, Luca Zaia: “ricordo che la superstrada Pedemontana è fortemente voluta da tutte le comunità interessate e ha il parere favorevole di 35 dei 36 Comuni attraversati. La sua mancanza ha portato pesanti disagi, inquinamento, riduzione della qualità della vita e vittime del traffico, il cui prezzo non è quantificabile. La sua realizzazione, per contro, libererà tutti i centri abitati delle zone interessate dal forte traffico di transito, collegato anche alle attività produttive esistenti, con la previsione – ha concluso Zaia – di un aumento del PIL che si aggira sull’1,5 per cento”.
Operativo il commento dell’assessore regionale ai trasporti, Renato Chisso: “i lavori procedono, nell’interesse del Veneto, dei veneti e dell’economia del Paese. Credo che nel giudizio di merito il Consiglio di Stato riconoscerà le ragioni della ragione e del diritto – ha dichiarato Chisso – rispetto ad un intervento che le comunità locali attendono da quasi un quarantennio e che rappresenta uno dei più alti esempi di inserimento nel territorio di un’opera strategica”.
Sulla sentenza, interviene anche il delegato alle infrastrutture di Confindustria Veneto, Franco Miller: “la sospensione da parte del Consiglio di Stato della deliberazione del Tar del Lazio relativa alla Pedemontana Veneta è un’importante notizia per il mondo delle imprese venete: siamo ora fiduciosi che questo sia poi confermato dalla sentenza definitiva”: Per Miller “l’autostrada Pedemontana rappresenta un’ infrastruttura fondamentale per il Veneto, che andrà a collegare una delle aree più popolate e industriali della nostra regione. Quest’area soffre di uno stato di isolamento dagli assi fondamentali, che la penalizza in termini di costi e di tempi e che viene pagata dalla popolazione in termini di inquinamento ed elevata incidentalità. Esprimiamo il nostro apprezzamento al governatore Zaia e all’assessore Chisso per la tempestività con cui si sono mossi. Ancora una volta, la Regione è riuscita ad interpretare le esigenze del territorio e speriamo che temi così importanti per la vita civile di una società non siano più penalizzati da interessi personali di pochi e da posizioni ideologiche preconcette. Ci auguriamo che ora i tempi di realizzazione non vengano ritardati e che l’azione del Commissario Straordinario permetta addirittura di ridurli”.