Consegnati i premi del concorso “Giovani imprenditori Pordenone awards”

0
996
Premio-giovani-imprenditori-PN-2014-ilnordest
Premio-giovani-imprenditori-PN-2014-ilnordestLa competizione organizzata dal Gruppo giovani di Unindustria ha coinvolti 90 studenti in rappresentanza di 12 istituti scolastici

Sono stati premiati partecipanti all’edizione 2014 del concorso “Giovani imprenditori Pordenone awards”, competizione organizzata dal Gruppo Giovani di Unindustria Pordenone nell’ambito del progetto “Stars”. All’iniziativa, come nelle edizioni precedenti, hanno attivamente partecipato e contribuito l’Ufficio scolastico regionale, i dirigenti degli istituti e i docenti, cui è andato il ringraziamento di Marco Camuccio, presidente del GGI di Pordenone.

Al concorso sono stati presentati 28 lavori realizzati da 90 studenti in rappresentanza di 12 istituti. La Giuria di selezione, composta da Fabio Comin (Componente Gruppo Giovani), Daniele Morassut (rappresentante organizzazioni sindacali di Pordenone), Lucio Virgilio Piccolotto (componente Comitato di indirizzo e verifica di ARPA – FVG), Oliviero Barbieri (Ufficio scolastico regionale) e Marco Camuccio, ha tenuto conto di diversi parametri quali la coerenza col tema, l’originalità/padronanza tecnica, la fattibilità, la completezza e l’impatto economico. La commissione ha designato 3 vincitori del concorso e dedicato una particolare “segnalazione” a 4 lavori.

Premio-giovani-imprenditori-PN-2014-Michelangelo-Agrusti-Marco-Camuccio-Oliviero-Barbieri-USR-Fvg-ilnordestPrimo premio a “Oasi”, dall’IPSIA Brugnera, proposta realizzata da Alex Santarossa, Kofi Asare Kwanin e Paolo Ruzzene. La sfida era quella di ideare e progettare un modulo da inserire tra le basi e i pensili di una cucina con funzione di mini serra per piante aromatiche. «OASI – è stato detto dai ragazzi durante la premiazione – è pensato per chi vive nelle grandi città e non possiede nemmeno un terrazzino in cui coltivare del verde. La nostra proposta permette in poco spazio di mettere alla prova il proprio pollice verde». Secondo la giuria il prodotto, come evinto da una prima ricerca di mercato, è molto appetibile, il target clienti è molto ben definito e non sono presenti prodotti di questo tipo. Inoltre la riscoperta in questo periodo del verde valorizza ancor più l’idea.

Al secondo posto, grazie al contributo di Samuele De Nardi, Dario Pavan, Mauro Trentin, Riccardo Viol e Patrick Zaia dell’IPSIA Zanussi, coadiuvati dal professor Romero Alzetta, “Vito il Salvadito”. Terzo posto per “La Cucina creativa”, proposta proveniente dal liceo artistico Galvani di Cordenons realizzata da Rachele Baccichet, Marco Palma, Siria Piccin, Diego Pizzuto e Giulia Scalon sotto la supervisione della professoressa Donatella Casagrande.

Le segnalazioni sono andate a: 1° ex aequo per “Le nostre sedute Try Angle” (Liceo Artistico Galvani di Cordenons, Luana Dalla Toffola, Genita Periqui, Jessica Ria, Vittorio Venerus e Giorgia Zanon sotto la supervisione di Donatella Casagrande) e per “I nostri tavoli – Kitu” (Liceo Artistico Galvani di Cordenons, Carlotta Bariviera, Simone Di Furia, Uladzislau Ivantsou, Stefano Rigo e Nenad Tatarskisotto la supervisione di Donatella Casagrande); 2° posto per “Fantacrea 2.0” (ISIS Pujatti, Gioia Cancellier sotto la supervisione di Patrizia Bolzonello); 3° posto per “Un look per ogni budget” (ISIS Flora, Nicole Bortolini, Sara Del Bel Belluz, Elisabetta Gullia, Giulia Martignago e Nicola Montagner sotto la supervisione di Anna Maria Marinelli).

Le squadre premiate hanno ottenuto in riconoscimento in denaro – così come alle Scuole / Istituti di appartenenza, di pari entità – mentre i rappresentanti delle segnalate hanno Premio giovani imprenditori PN 2014 i primi classificati 1avuto in omaggio un lettore mp3.

Numeri davvero importanti anche per questa edizione di “Stars”, come ha ricordato il presidente di Unindustria Pordenone, Michelangelo Agrusti: quasi 1.200 studenti di 17 istituti secondari superiori della provincia – due in più rispetto alla passata edizione – 20 imprese, una trentina di insegnanti e altrettanti imprenditori o dirigenti d’azienda. Prima della cerimonia di premiazione l’abbraccio simbolico tra i giovani e gli alpini con alcuni interventi di chi, in primis, nei giorni scorsi, si è occupato direttamente dell’Adunata svoltasi in città.