Inceneritore di Bolzano, nuovo guasto all’impianto che è stato spento

0
351
inceneritore bolzano fronte 1
inceneritore bolzano fronte 1Blocco forzato per un problema all’alternatore, con emissione d’inquinanti superiori al normale

A causa del nuovo guasto all’inceneritore di Bolzano, il gestore ECO-Center ha avviato il processo di spegnimento dell’impianto. L’APPA ha comunicato che lo spegnimento procede in modo lento e con una produzione di emissioni monossido di carbonio e di carbonio organico totale (CO e COT) al di sopra dei valori limite. L’Agenzia precisa che attualmente non vengono registrati valori anomali nella qualità dell’aria.

Nella serata del 22 giugno verso le 20 nel termovalorizzatore di Bolzano sud si è verificato il blocco del turbogeneratore per la produzione di energia elettrica. Dalle prime informazioni fornite dal gestore Eco-Center è possibile che tale problema sia legato ad un’anomalia nell’alimentazione ad alta tensione. A questo evento si è aggiunto il guasto della valvola di sicurezza della caldaia, che ha costretto il gestore ad avviare il processo di spegnimento senza il supporto dei bruciatori ausiliari.

L’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente ha sottolineato che durante tutta la fase dello spegnimento viene garantito il funzionamento dei filtri e del sistema di misurazione in continuo degli inquinanti. I dati e i campioni così raccolti consentono all’Agenzia di seguire in tempo reale l’andamento delle emissioni e di poter successivamente valutare l’eventuale emissione di diossine. L’Agenzia ha precisato inoltre che attualmente non vengono registrati valori anomali per quanto riguarda la qualità dell’aria.

Durante lo spegnimento la combustione del materiale presente nella caldaia continua ad un livello di temperatura più bassa e in modo lento. Tale situazione causa emissioni di CO e COT sopra i valori limite. Si sottolinea però che tutto il sistema di filtraggio ha continuato e continua a funzionare. Al momento sono stati registrati superamenti per diverse ore dei limiti semiorari per quanto riguarda il monossido di carbonio e del COT (carbonio organico totale). Per quanto riguarda l’emissione delle diossine il campionatore in continuo è in funzione e consentirà di effettuare le analisi per verificare l’entità delle emissioni. L’Agenzia sta inoltre monitorando di continuo nelle stazioni di rilevamento della qualità d’aria e in particolare in quella nel vicino quartiere Casanova: finora non si registrano valori anomali. Per le prossime ore non si possono escludere molestie olfattive, considerato che il processo di spegnimento potrebbe protrarsi fino alla serata odierna. Il gestore invierà all’APPA una dettagliata relazione sulle cause di quanto è accaduto e sulle procedure attuate per ridurre le emissioni in atmosfera.