Infrastrutture e trasporti: il contratto di programma ANAS 2015 è l’ennesima sberla ai Veneti

0
398
valdastico realizzazione fondo tracciato autostrada
Barison: «di 1,1 miliardi di euro stanziati a livello nazionale, al Veneto tocca solo lo 0,91%, penultimo nella graduatoria della ripartizione»

 

valdastico realizzazione fondo tracciato autostradaIl Veneto è ancora una volta bistrattato dal Governo Renzi nella ripartizione dei fondi per la costruzione e la manutenzione delle infrastrutture pubbliche a servizio del trasporto. Secondo il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Massimiliano Barison, «i ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti hanno recentemente sottoscritto il Contratto di Programma 2015 che definisce il dettaglio delle opere e degli investimenti previsti sulla rete stradale in gestione all’Anas in tutta Italia. Se importante è la scelta di puntare, nel 2015, sulla manutenzione straordinaria rispetto a nuove opere, impegnando 520 milioni di euro su una disponibilità di 1.115 milioni, il 46,7% delle risorse, è allo stesso tempo desolante, umiliante e offensivo è il dato che riguarda il Veneto».

Secondo l’esponente azzurro «la ripartizione regionale dei fondi colloca il Veneto all’ultimo posto tra le Regioni, con lo 0,91% delle risorse assegnate; per 7 interventi sono stati destinati al Veneto poco meno di 10 milioni di euro; solo alle Marche è andata peggio con lo 0,83%. Per la nostra regione di 2 milioni sono destinati alla progettazione dello studio di fattibilità della galleria di Col Trondo e della variante di Vittorio Veneto, 7,9 milioni per la manutenzione della viabilità e poco meno di 80.000 euro per barriere e protezioni».

Consiglio regionale veneto massimiliano barison FI 2«Il dato relativo alla ripartizione dei fondi – ha argomentato il capogruppo di Forza Italia– è l’ennesima prova dei fatti sull’attenzione che questo governo dedica ai Veneti!» Se i problemi della viabilità del Veneto sono finiti in fondo ai pensieri del Governo Renzi, ben diverso è stato il trattamento per altre realtà. «Leggere nel dettaglio questa particolare classifica della ripartizione lascia sbigottiti. Alla Toscana sono toccati ben 271 milioni, quasi il 25% delle risorse! Ma per capire lo sgarbo non serve pensare alle solite regioni del Sud, a cui comunque tocca quasi il 39% delle risorse; prime sono la solita Sicilia con 127 milioni e la Calabria con 105. Il confronto deve essere fatto anche con il Piemonte che, a parità di chilometri di strade gestite, 850 km circa, ha ottenuto 36,5 milioni. E’ evidente – ha concluso laconico e amareggiato Barison – che in certe scelte pesino molto più i natali del premier Matteo Renzi che l’imparzialità nella distribuzione delle risorse! Per il governo la messa in sicurezza della Romea, della Transpolesana, della Valsugana, solo per fare qualche esempio, possono attendere!» Chissà ancora quanto tempo e quanti morti dovranno cadere sulla coscienza del Governo Renzi prima che qualcuno a Roma si muova.