A “Bianco & Nero” il caos della politica che si trasforma in un gioco dell’oca

Chi sarà il matador dell’elezione del nuovo presidente della Repubblica? Nelle more della politica, l’economia italiana va a rotoli. 

0
485
elezioni politiche

ViViItalia Tvlancia una nuova rubrica, “Bianco & Nero”, un appuntamento settimanale giunto alla terza puntata con cui l’esperto di comunicazione e analisi politica, Gianfranco Merlin, e il direttore de “il NordEst Quotidiano”, Stefano Elena, riflettono a ruota libera e senza rete sui temi della politica, dell’economia e dell’attualità della vita reale di famiglie ed imprese.

Ti piace “Bianco & Nero”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Con “Bianco &Nero” si affrontano senza mezzi termini gli aspetti più interessanti della settimana trascorsa e di quelli di prossima realizzazione, tra passato e futuro, tra riflessione e reazione, senza trascurare la giusta indignazione.

Alla fine, il grande gioco dell’elezione del nuovo presidente della Repubblica si è trasformato in un gioco dell’oca, con tutti i partiti, specie quelli del centro destra guidati da conducator del Papeete Matteo Salvini, che sono tornati alla casella di partenza con l’andata a Canossa e la riconferma di Sergio Mattarella. Essì che di soluzioni alternative, anche più prestigiose, ce n’erano: dall’ex magistrato Carlo Nordio, alla manager imprestata alla politica (e pure femmina), Letizia Moratti, a Guido Crosetto, ex politico ed esperto di industria di lungo corso, sicuro baluardo della linea atlantica dell’Italietta. Tutto ciò non è bastato.

Al disk-jockey del Papeete improvvisatosi kingmaker non è parso vero buttare sulla tavola pure la seconda carica dello Stato, il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che di par suo ambiva fortissimamente a traslocaresul colle quirilanizio. Ma anche questa ha fatto la fine delle altre: bruciata ignominiosamente, con gran scorno della sciura Casellati.

Dinanzi all’empasse e alle carte del Matteo fu padano miseramente buttate al rogo, il pallino è ruotato nelle mani dei grillini, cui non è parso vero rilanciare il bis di Sergio Mattarella, per loro autentica assicurazione per incassare altri 15 mesi di indennità parlamentare a 15.000 euro prima di tornare a zero tituli.

Dalla politica all’economia: le distrazioni della politica impegnata sulle trame quirinalizie hanno trascurato le scelte fondamentali per un’economia che mostra più di un affanno, tra l’inflazione che si è improvvisamente rialzata, costidell’energia alle stelle che costringe alla sospensione della produzione molte aziende per evitare di lavorare in perdita, alla carenza di materie prime. In tutti questi ambiti mancano scelte strategiche di fondo, con il risultato che la burocrazia la fa da padrona mentre le imprese strozzate dalla carenza di liquidità e dal caro energia e materie prime annaspano sempre più dinanzi al baratro del fallimento.

Infine, la tragicommedia del green pass, quella carta verde che più di un certificato di buona salute è diventato un lasciapassare per la vita ordinaria prescindendo dall’effettiva capacità di un singolo di contagiare anche inconsapevolmente. Mentre all’estero si va verso la sua cancellazione, in Italia si vuole renderlo senza scadenza.

Buona visione di “Bianco & Nero”.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Ti piace “Bianco & Nero”? Iscriviti qui sul canale YouTube di “ViViItalia Tv”

Ti piace “ViViItalia Tv”? Sostienici!

YouTube

https://youtu.be/vuSJ_uYsaKM?sub_confirmation=1

Telegram

https://t.me/ilnordest

https://t.me/ViviItaliaTv

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata