L’Unaie crede nel “Turismo delle radici”

De Bona: «sosterremo il Governo Meloni nel progetto PNRR presentato in Farnesina».

0
8735
unaie
Da sx, il presidente dell'Unaie, Oscar De Bona, il ministro degli Esteri, Antonio Tajan,i e Dario Scopel, sindaco Seren del Grappa.

Il dono più bello è nascere italiani“, questo il motto del progetto PNRRTurismo delle radicipresentato a Roma nella Sala Conferenze Internazionali della Farnesina, direttamente dal ministrodegli Esteri, Antonio Tajiani e con gli interventi dei ministri al Turismo, Daniela Santanchè, all’Istruzione, Giuseppe Valditara, dell’Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini e dal sottosegretario alla Cultura, Gianmarco Mazzi in collaborazione con l’Unaie.

Una presentazione che ha visto la partecipazione di rappresentanti del mondo dell’emigrazione, parlamentari eletti all’estero compresi, e del mondo dell’accoglienza, del turismo e dell’istituzione. Tra questi anche l’UnaieUnione Nazionale Associazioni Immigrati ed Emigrati – con il suo presidenteOscar De Bona e la presidente onoraria Ilaria Del Bianco.

«Sosterremo il governo in questo progetto presentato alla Farnesina direttamente dal ministro degli Esteri, Antonio Tajani. Il gioco di squadra è importante e indispensabile – ha sottolineato De Bona – e l’associazionismo in emigrazione di certo farà la sua parte. L’Unaie conosce bene il fenomeno del “Turismo migratorio” ed è attiva con diverse azioni da oltre quindici anni. Il fatto che il governo italiano investa e creda in questo flusso turistico, con un progetto del PNRR, ci carica di entusiasmo e voglia di fare. Non smetterò mai di dire che il “Sistema Italia” con un investimento di 1, coinvolgendo le comunità italiane all’estero, può portare a casa 10».

unaie
La presentazione alla Farnesina del progetto “Turismo delle radici”.

Dalla provincia di Belluno erano presenti anche Oscar De Bona e Marco Crepazpresidente edirettore dell’Associazione Bellunesi nel Mondo -, e Dario Scopel, sindaco del comune di Seren del Grappa.

«L’Associazione Bellunesi nel Mondo promuoverà questo progetto e conosce bene il fenomeno del “Turismo migratorio” ed è attiva con diverse azioni da oltre quindici anni, anche grazie al supporto economico della Regione del Veneto. Inoltre – prosegue De Bona – metteremo a disposizione il MiM Belluno – Museo interattivo delle Migrazioni, una delle poche realtà museali presenti nel territorio nazionale dedicate alla storia della nostra emigrazione e tutti i canali informativi in nostro possesso. Il fatto che il Governo italiano investa e creda in questo flusso turistico, con un progetto del PNRR, ci carica di entusiasmo e voglia di fare. Un’opportunità turistica ulteriore anche per il territorio Bellunese. Ora più che mai data la presentazione ufficiale del marchio “Dolomiti bellunesi».

«Il comune di Seren del Grappa – ha detto il sindaco Scopel – ha manifestato nei scorsi giorni l’interesse ad essere partecipe del progetto “Turismo delle Radici“. L’obiettivo è quello di tenere vivi e anzi rafforzare i legami dei nostri emigrati e dei loro discendenti con la loro terra d’origine per farne vivere e apprezzare tutte le bellezze. Su questi aspetti la nostra comunità è molto attiva già da tempo, come testimonia anche il recente viaggio di una delegazione serenese in Brasile. Al ministro Tajanichiederemo però anche un aiuto concreto nello snellire il lavoro per le molte pratiche anagrafiche che riguardano i registri AIRE dei residenti all’estero e le richieste sempre più numerose di questi ultimi anni su diversi versanti».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata