Cambiamo Insieme per l’Autonomia del Trentino Alto Adige

Il contenitore del nuovo metodo politico centrista, autonomista e federalista per il 2023-2033 si allarga dal Trentino all’Alto Adige. Positiva apertura alla novità del terzo polo da parte di Divina, possibile candidato governatore del destra-centro unito.

0
683
Cambiamo Insieme per l'Autonomia del Trentino Alto Adige

Appena nato, il contenitore del nuovo metodo politico centrista, autonomista e federalista “Insieme per l’Autonomia Trentina”, lanciato da Gianfranco Merlin e Stefano Elena con la presentazione del Manifesto politicocambia pelle per allargarsi anche all’Alto Adige, diventando “Cambiamo Insieme per l’Autonomia del Trentino Alto Adige”, con ciò sottintendendo la necessità di portare anche nella provincia di Bolzano, come richiesto da molti altoatesini, la novità politica per rinnovare in profondità il metodo di governo e di rapportocon i cittadini.

Cambiamo Insieme per l’Autonomia del Trentino Alto Adige” registra anche con interesse le mosse che stanno arrivando da parte degli altri schieramenti politici, a partire dal centro destra trentino.

Pur ribadendo che “Cambiamo Insieme per l’Autonomia del Trentino Alto Adige” si presenterà con i partitialleati autonomamente alle elezioni regionali di ottobre 2023 presentando anche un proprio candidatopresidente con relativa lista di supporto, si registra positivamente la possibilità che una figura storica della politica autonomista e federalista come Sergio Divina, che ha espresso notevole interesse per la propostapolitica di “Cambiamo Insieme per l’Autonomia del Trentino Alto Adige” partecipando all’evento di presentazione pubblica, possa diventare la guida di una coalizione di destra-centro.

Un segnale che evidenzia come la scelta di “Cambiamo Insieme per l’Autonomia del Trentino Alto Adige” di presidiare come terzo polo un centro autonomista lasciato sguarnito dalle altre forze politiche locali e nazionali sia vincente e come si possa eventualmente prefigurare uno scenario in cui, qualora nessuna delle coalizioni in lizza raggiunga il premio di maggioranza, si possa dialogare per la creazione di un nuovo governodell’Autonomia speciale meno sbilanciato a destra.

Cambiamo Insieme per l’Autonomia del Trentino Alto Adige” prosegue i contatti con le varie forze politiche sul territorio regionale, trovando una positiva apertura alla novità politica e di metodo rappresentata dalla proposta che, oltre al rilancio dell’ente Regione, vuole riportare i cittadini protagonisti nella politica, a partire dalla puntale e corretta rappresentazione nelle istituzioni delle necessità espresse dai cittadini e dal mondodell’economia.

Negli incontri occorsi con i rappresentati di Coraggio ItaliaTrentino Autonomista LiberoRisveglio Tirolese ed esponenti che si rifanno all’area di Forza Italia, della Lega Nord e dell’area centrista del Pd si è trovata la condivisione sui valori di fondo, mentre giungono numerose dichiarazioni di apertura alla partecipazione in prima persona da parte di esponenti del mondo dell’impresa e delle professioni ad una possibile lista espressione del candidato presidente dell’alleanza delle forze politiche che aderiscono a “Cambiamo Insieme per l’Autonomia del Trentino Alto Adige”.

Particolare interesse si è registrato sulle prime proposte elaborate volte al rilancio dell’economia tramite una programmazione a 10 anni – una autentica rivoluzione per una politica ormai abituata a gestire il giorno per giorno -, basata sul pieno utilizzo delle possibilità concesse dall’Autonomia speciale in fatto di fiscoburocraziasupporto delle iniziative esistenti e nuove, oltre alla proposta del “Bonus Trentino Alto Adige”, un riconoscimento economico erogato a lavoratori dipendenti e autonomi per coprire il maggiore costo della vitaregistrato in Regione che, di fatto, impoverisce le maestranze locali con un minore potere d’acquisto e un sostanziale disincentivo a trasferirsi in Regione per lavorare. Piena sintonia alla necessità di una profondariorganizzazione dei servizi pubblici, a partire da quelli sanitari, per avvicinarli alle esigenze di cittadini ed imprese.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata