Consumi energetici delle TV 8K: Samsung scova il trucco contro il divieto Ue

Gli apparecchi saranno commercializzati con una regolazione al minimo delle loro possibilità tecniche, poi aumentabili a piacere dall’acquirente.

0
13213
Consumi energetici delle TV 8K

Per la regola “fatta la leggetrovato l’inganno”, anche per la norma comunitaria sui consumi energetici delle Tv 8K, quelle con il nuovo standard video definitivo in fatto di qualità di visione, vale il vecchio proverbio.

Produrre TV in grado di rispettare le nuove normative europee in termini di efficienza energetica non è facile. La normativa prevede vincoli per tutte le tipologie di televisori con risoluzione superiore al full HD o 1080, con abbassamento dell’EEI (Energy Efficiency Index) da 1,10 a 0,90, corrispondente a circa 140 W per un 75”, 110 W per un 65” e meno di 90 W per un 55”.

La potenza assorbita dai TV con impostazioni di fabbrica a piena potenza è mediamente più alta rispetto a quanto previsto dall’Indice di Efficienza Energetica e per evitare il divieto europeo di commercializzazione degli apparecchi che superano tale limiteSamsung ha trovato una furbatasettando in fabbrica i consumi energeticidelle TV 8K su impostazioni a basso consumo, al minimo delle prestazioni di luminosità consentitedall’apparecchio.

La furbata coreana – che probabilmente sarà imitata anche da altri costruttori di apparecchi video ad altissima definizione – di vendere sul mercato televisori settati sui valori minimi dei consumi energetici delle TV 8K, prevedendoli già in fabbrica in modalità “eco mode” farà sì che gli apparecchi possano essere messi in commercio senza alcuna particolare ulteriore modifica tecnica o investimento volto a migliorarneeffettivamente l’efficienza. Così, un modello di punta della produzione Samsung come il modello QN900C arriverà al consumatore finale con una luminosità impostata in fabbrica a 8 su 50. Un valore decisamente fiocoal limite dello spento che, ad acquisto effettuato, l’utente potrà modificare a piacimento la luminosità con un semplice tocco di telecomando, previo avere accettato un messaggio di avvertimento secondo cui aumentando la luminosità dell’apparecchio i livelli di consumo energetico saranno più alti, con tanti saluti a Timmermans e alle sue crociate pseudoecologistiche che una dopo l’altra stanno crollando.

C’è da credere che neppure i negozi di vendita di elettrodomestici terranno i nuovi apparecchi televisivi ai valori di consumo – e di luminosità – settati in fabbrica, a meno di sfoggiarli in stanze buie, cosa che nei negozi dei centri commerciali è praticamente impossibile.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata