Alternativa Popolare del Trentino e l’eredità del governo Fugatti

Elena: «tanti nodi irrisolti per incapacità di visione, gestione e di programmazione, tale da non meritare la fiducia degli elettori».

0
2164
Alternativa popolare per il trentino

Domenica 22 ottobre, il Trentino va alle elezioni per rinnovare il governo dell’Autonomia speciale e per decidere gli amministratori per i prossimi cinque anni, con ben 7 candidati presidente e tre principali coalizionicon maggiore probabilità di vittoria, tutte ben sotto la soglia del premio di maggioranza del 40%.

Alternativa Popolare del Trentino traccia un sommario bilancio dei cinque anni di governo dell’Autonomiaspeciale da parte del presidente uscente, il leghista Maurizio Fugatti, che tenta una riconferma tallonato dai due principali avversari, Francesco Valduga per il centro sinistra e Sergio Divina per il centro autonomista di Alternativa Popolare.

 

Lo sai che il bilancio dell’Autonomia trentina, grazie al malgoverno del leghista Fugatti, oggi ha 3 miliardi di euro in meno rispetto a quella di Bolzano da spendere per finanziare servizi ed investimenti?

Lo sai che in Trentino per effettuare una visita specialistica con la sanità pubblica, senza doverla pagare due volte, devi attendere almeno 6 mesi se non anche un anno e che la sanità gestita dalla leghista Stefania Segnana non è riuscita nemmeno a programmare la sostituzione dei medici ed infermieri che vanno in pensione?

Lo sai che l’assistenza agli anziani e ai bisognosi sia stata sostanzialmente trascurata dal governo Fugatti, costringendo le famiglie a sobbarcarsi ingenti spese e impegni personali per curare degnamente coloro che hanno contribuito a costruire il benessere del Trentino?

Lo sai di avere un Trentino che nei cinque anni del governo Fugatti ha visto l’economia provinciale gestita dal duo leghista SpinelliFailoni regredire, con intere categorie, come l’artigianato, in crisi?

Lo sai che l’Itea presieduto dall’aspirante vicepresidente del Trentino, Francesca Gerosa, esponente di Fratelli d’Italia, ha ben 1.200 appartamenti pubblici sfitti, quando ci sono centinaia di famiglie che cercano una casa a prezzi sostenibili?

Lo sai che il sistema formativo del Trentino, guidato dal leghista Mirko Bisesti, da realtà di eccellenza, nei cinque anni di governo Fugatti è progressivamente peggiorato con grave danno per la preparazione dei giovani?

«Ora che lo sai, sei ancora convinto dare ancora il tuo voto ad un politico che ha fatto così tanti danni al Trentino come il governo del presidente uscente Fugatti? – si domanda retoricamente Stefano Elena, candidato di Alternativa Popolare del Trentino -. Io mi impegno in prima persona a fianco di Sergio Divina presidente del Trentino per fermare i disastri del governo Fugatti e rilanciare il Trentino. Io mi metto in gioco perché credo in un Trentino migliore di quello che lascia in eredità Fugatti e di quello che potrebbe essere con Valduga».

Cambiare assieme, si può, per un Trentino migliore. Il 22 ottobre prossimo vota Alternativa Popolare del Trentino e scrivi Elena nella preferenza. «Io ci credo. E tu?»

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano” e “Dario d’Italia”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata