Goldene: nuovo elemento bidimensionale dopo il grafene a base di oro

Innovazione dall'Università di Linköping che sfrutta le capacità dell’oro di trasformarsi in un semiconduttore con capacità di catalizzatore con potenziale rivoluzionario nel settore energetico.

0
1604
goldene

Un gruppo di ricerca dell’Università di Linköping, in Svezia, ha realizzato un’importante scoperta nel campo dei materiali innovativi bidimensionali, il Goldene. Si tratta di un gemello del più noto grafene, un materiale costituito da un singolo strato di atomi dove la grafite è sostituita dall’oro.

Il risultato della ricerca è stato pubblicato sulla rivista Nature Synthesis. I ricercatori dell’Università di Linköping hanno ottenuto il Goldene dopo diverse prove, cercando di capire come ottenere tipi migliori di ceramiche sfruttando un’antica reazione chimica utilizzata dai samurai giapponesi, allo scopo di realizzare le antiche spade che si chiama “reattivo di Murakami”.

Il lavoro dei ricercatori per ottenere il Goldene si è svolto trovando una sostanza chimica tensioattiva, usata per ridurre la tensione superficiale tra un liquido e un solido, in modo da immergere totalmente i fogli d’oro, che hanno subito un processo di riduzione dimensionale fino ad un solo strato atomico, tanto che si può definire il Goldene come oro in 2D.

Il nuovo materiale presenta interessanti caratteristiche di versatilità, utilizzabile in ambiti differenti: come catalizzatore per la conversione dell’anidride carbonica, come vettore per avere idrogeno verde, per la purificazione dell’acqua e anche per la comunicazione.

Il dimensionamento atomico del Goldene, estremamente sottile, come il grafene non è nato come semiconduttore, ma lo è diventato tramite ulteriori passaggi volti a modificale la struttura della geometria interna, introducendodifetti controllati” che hanno apportato nuove funzionalità elettriche.

Particolarmente promettente lo scenario di produzione di idrogeno verde sfruttando le caratteristiche di elettrocatalisi del Goldene partendo dall’acqua con maggiore efficienza e rapidità rispetto agli attuali processi, anche se si è ancora in fare preliminare di sviluppo che, però, sembra decisamente promettente, così come è avvenuto per il grafene che ora amplia il suo utilizzo industriale.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano” e “Dario d’Italia”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

X

https://twitter.com/nestquotidiano

© Riproduzione Riservata