L’Emilia Romagna guarda all’Expo 2020 Dubai

Una delegazione regionale incontra il ministro per l'Intelligenza artificiale Omar Al Olama. 

0
414
Expo 2020 Dubai

Collaborazione in vista tra la regione Emilia Romagna e il ministero dell’Intelligenza artificiale degli Emirati Arabi Uniti, anche invista dell’Expo 2020 Dubai. L’IA, le eccellenze universitarie dell’Emilia Romagna in materia di formazione e ricerca, il Tecnopolo, sono stati i temi al centro dell’incontro che si è svolto a Dubai tra la delegazione dell’Emilia Romagna, condotta da dagli assessori alle attività produttive, Palma Costi, e all’agricoltura, Simona Caselli, e il ministro per l’Intelligenza artificiale degli Emirati Arabi UnitiOmar Al Olama, in vista della partecipazione della Regione all’Expo che si svolgerà nella capitale araba nel 2020.

All’incontro hanno partecipato anche il consoleValentina Setta, e il direttore di ICE DubaiBruno Gianpaolo, le università regionali e due esperte in super calcolo, Daniela Galletti del Cineca e la direttrice del Laboratorio nazionale Cini AIIS (Artificial Intelligence and Intelligent Systems) e docente dell’Università degli studi di Modena e Reggio EmiliaRita Cucchiara.

Il ministro e il suo staff sono simbolo della proiezione degli Emirati Arabi Uniti nel futuro e promotori della rivoluzione digitale. Gli Emirati stanno investendo ingenti risorse per garantire il passaggio del paese all’era digitale, con una visione di sviluppo sostenibile e di apertura a collaborazioni nei confronti di altri stati del Golfo e delle comunità scientifiche ed i talenti del mondo sulle tematiche di intelligenza artificiale, big data e Internet of Things (l’internet applicato agli oggetti).

«È stata l’occasione per presentare il nostro Tecnopolo dedicato ai big data e al super calcolo – ha detto Costi -, le eccellenze universitarie presenti in Emilia Romagna in materia di formazione e ricerca e l’importanza di un tessuto imprenditoriale su settori manifatturieri all’ avanguardia, dove le nuove tecnologie sono realtà e lavorano start up innovative di altissimo contenuto scientifico. L’incontro ha permesso di condividere l’importanza della collaborazione tra la nostra rete regionale di alta tecnologia e gli Emirati, ed è stata l’occasione per invitare il ministro in Emilia Romagna nel 2019, per stringere rapporti che possano permettere alla Regione di essere protagonista ad Expo Dubai 2020».

Cucchiara ha spiegato il lavoro di alta qualità che si sta svolgendo a Modena sulla intelligenza artificiale e l’importanza del centro nazionale di cui è direttrice.

Tra l’altro è stato bandito proprio ieri il concorso internazionale per la progettazione del Padiglione Italia che, dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021, rappresenterà l’Italia all’Esposizione Universale. L’obiettivo del concorso è quello di dar vita a un Padiglione all’avanguardia sotto dal punto di vista innovativo, fortemente attrattivo nei confronti dei visitatori e in grado di esprimere una Italia contemporanea senza dimenticare l’ideale umanistico e lo stile di vita mediterraneo.

© Riproduzione Riservata