Fincantieri: con Msc Seashore cento navi in portafoglio per 33 miliardi euro

Presentata la nuova maxi nave di MSC, Seashore, all’avanguardia anche per il suo ridotto impatto ambientale. 

0
657
msc seashore

Non solo la più grande nave mai costruita in Italia ma anche quella con le soluzioni più ambientaliste: si tratta di Msc Seashore, la nave da crociera in costruzione a Monfalcone alla Fincantieri, dove si è svolta la tradizionale cerimonia della moneta. Un rito che si è svolto su un blocco particolare della nave, già pronto e sul quale andranno assemblati gli altri comparti, fino a comporre un gigante di 339 metri di lunghezza e 170.000 tonnellate di stazza lorda.

msc seashore
La cerimonia della moneta su Mic Seashore

La Seashore sarà dotata delle tecnologie più avanzate in materia ambientale. Il blocco in questione avrebbe dovuto essere trasferito in bacino ma la bora forte ha sconsigliato passaggio. La voce della Fincantieri, in assenza dell’amministratore delegato Giuseppe Bono, è stata affidata al direttore Navi mercantili Fincantieri, Luigi Matarazzo, il quale ha elencato le cifre impressionanti della crescita del gruppo. «Fincantieri ha in portafoglio 100 navi da costruire, di cui 54 da crociera, per un valore di oltre 33 miliardi di euro». Non solo: l’85% di questa produzione è destinata all’esportazione. Trattandosi di navi di grandi dimensioni, le navi saranno costruite soprattutto a Monfalcone, ma «occupiamo comunque tutti i cantieri», ha detto Matarazzo.

La consegna della Msc Seashore è prevista per giugno 2021, sarà la prima di due gemelle (la consegna dell’altra avverrà nel 2023) della nuova classeSeaside Evo”.

msc seashore
Il direttore Navi mercantili di FIncantieri, Luigi Matarazzo

«Il 74% della nostra flotta è dotata dei più moderni e efficienti sistemi di depurazione dei gas di scarico. Entro i prossimi due anni arriveremo al 100%. Stiamo poi investendo 5 miliardi di euro “solo” per la costruzione di 5 navi alimentate a Gas Naturale Liquefatto, il combustibile fossile più pulito attualmente disponibile – sottolinea Pierfrancesco Vago, presidente esecutivo di MSC Crociere -. Su tutte le nostre navi abbiamo installato i sistemi più avanzati per ridurre, riciclare e riutilizzare i rifiuti solidi» e la flotta ha inoltre eliminato l’uso della plastica monouso.

Tornando alle nuove tecnologie per ridurre l’impatto ambientale della nave, MSC Seashore sarà dotata, tra l’altro, di unsistema all’avanguardia di riduzione catalitica selettiva (SCR) e di un sistema di trattamento delle acque reflue (AWT) di ultima generazione.

L’SCR aiuta a ridurre l’ossido di azoto del 90% attraverso una tecnologia avanzata di controllo attivo delle emissioni. L’ossido di azoto proveniente dal motore viene trattato con un catalizzatore e lo converte in azoto e acqua, due composti innocui.

Grazie al sistema AWT, le acque reflue sono sottoposte a un processo di purificazione completo attraverso un processo di filtrazione molto fine che le trasforma in acqua la cui qualità è simile a quella del rubinetto. Il sistema soddisfa il cosiddetto “Baltic Standard” e tratta le acque reflue a uno standard più elevato rispetto alla maggior parte di quelli previsti per i reflui urbani di tutto il mondo. MSC Seashore sarà inoltre dotata di un sistema di elettrificazione da terra, che consente alla nave di essere collegata alla rete elettrica locale del porto consentendo di ridurre ulteriormente le emissioni durante l’ormeggio.

Queste nuove funzionalità si aggiungono ad altre efficaci tecnologie ambientali presenti su MSC Seashore  e su tutta la flotta della compagnia con l’obiettivo di ridurre al minimo l’impatto ambientale, tra queste: sistemi ibridi per la pulizia dei gas di scarico (EGCS) che rimuovono il 98% di ossido di zolfo dalle emissioni delle navi; sistemi avanzati di gestione dei rifiuti; sistemi di trattamento delle acque di zavorra approvati dalla Guardia Costiera degli Stati Uniti; sistemi di ultima generazione per la prevenzione degli sversamenti di carburante dalla sala macchine e vari altri accorgimenti per migliorare l’efficienzaenergetica, inclusi i sistemi di recupero del calore e l’illuminazione a LED.

Dal punto di vista strutturale, lo sviluppo della classe “Seaside” ad “Evo” di Seashore si basa sull’innovativo prototipo della classe “Seaside” dal design avveniristico e con caratteristiche uniche che consentono agli ospiti di essere in costante contatto con il mare, come il Ponte dei Sospiri, gli ascensori panoramici di poppa e le suggestive passerelle con il pavimento in vetro. Più del 40% degli spazi della nave sono stati ridisegnati e implementati, facendo di MSC Seashore un’evoluzione delle navi gemelle MSC Seaside e MSC Seaview già in servizio.

Alcune implementazioni riguardano i 16 metri che sono stati aggiunti alla lunghezza della nave, le 200 cabine aggiuntive, l’area esclusiva dell’MSC Yacht Club – il concept esclusivo di “nave nella nave” ideato da MSC Crociere – ancora più grandee un nuovo salone di poppa che si sviluppa su due ponti. L’architettura interna è stata completamente ridisegnata con due aree di ritrovo posizionate a prua e al centro della nave, nonché specifici accorgimenti per migliorare ulteriormente i flussidei passeggeri. Complessivamente la nave dispone di 10.000 metri quadrati aggiuntivi di spazio rispetto alle navi gemelle, per un’esperienza di bordo ancora più confortevole e spaziosa.

MSC Seashore ha 28 suite con terrazza in più, due suite con vasca idromassaggio privata e l’MSC Yacht Club che proporrà due nuove categorie cabine: 41 Grand Suite Deluxe e due Owner’s Suites con vasche idromassaggio.

Nuovo design anche per le cabine, come le multiple dedicate alle famiglie che si possono collegare tra loro fino ad ospitare da sei a dieci persone, inoltre saranno disponibili 75 cabine più grandi e spaziose per gli ospiti disabili.

Sono stati introdotti anche due nuovi ristoranti, mentre i cinque ristoranti tematici sono stati riposizionati con posti a sedere anche all’aperto e una vista mozzafiato sul mare.

MSC Seashore è dotata di un nuovo salone per gli spettacoli e l’intrattenimento disposto a poppa su due ponti, un casinòpiù grande e 20 differenti bar tematici. La nave presenta un nuovo design per l’area di poppa, una piscina coperta più grande e un nuovo parco acquatico interattivo che offrirà divertimenti ed emozioni per gli ospiti di ogni età. Sono state inoltre create due aree distinte per i club dedicati ai ragazzi e ai teenager con al centro una zona baby club ancora più spaziosa.

Dal 1990, Fincantieri ha realizzato 92 navi da crociera pari a un terzo della capacità mondiale dell’offerta, con un potenziale di oltre 13 milioni di passeggeri: vale a dire che un crocierista su tre nel mondo naviga su nave Fincantieri.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata