Matteo Zuppi nominato dal Papa presidente dei vescovi italiani

La scelta del cardinale arcivescovo di Bologna nell’ambito della terna scelta dall'assemblea della Cei.

0
546
matteo Zuppi
il cardinale di Bologna Matteo Zuppi con Papa Francesco.

Papa Francesco ha nominato il cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, nuovo presidente della Conferenza Episcopale Italiana. A dare l’annuncio ai vescovi è stato il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, che ha dato lettura della comunicazione del Papa. I vescovi riuniti per la loro 76 assemblea generale avevano proceduto all’elezione della terna per la nomina del presidente, secondo quanto previsto dallo Statuto.

Felici della nomina soprattutto i bolognesi, dove nessuno lo chiamasua eminenza” ma solo “don Matteo”, come facevano nelle periferie di Roma dove è iniziata la sua missione pastorale. Gira ancora in bicicletta e ha scelto per abitazione, lui che è “principe” della Chiesa, come venivano chiamati i cardinali, la Casa del clero, dove vivono normalmente i preti anziani, anziché l’appartamento in arcivescovado.

Matteo Zuppi, classe ’55, ha respirato l’ambiente ecclesiastico fin da bambino nella sua numerosa famiglia, quinto di sei figli, pronipote, per parte di madre, del cardinale Carlo Confalonieri. Zuppi è cresciuto nell’ambito della Comunità di Sant’Egidio, forte anche della condivisione della formazione liceale al “Virgilio” di Roma con Andrea Riccardi. Zuppi in quegli anni ha cominciato a frequentare la gente delle scuole popolari per i bambini emarginati delle baraccopoli romane, come anche era sempre in prima fila alle feste per gli anziani soli e non autosufficienti. E poi i rom, gli immigrati, i senza fissa dimora, i carcerati. Per tutti una parola, nel suo inconfondibile accento romano che non ha perso neanche in questi anni a Bologna.

A 22 anni, dopo la laurea in Lettere all’Università La Sapienza, con una tesi in Storia del cristianesimo, entra nel seminario della diocesi di Palestrina, seguendo i corsi di preparazione al sacerdozio alla Pontificia Università Lateranense, dove consegue il baccellierato in Teologia. Ordinato sacerdote nel 1981 viene nominato vice parrocodella basilica romana di Santa Maria in Trastevere, Vincenzo Paglia, con il quale ha condiviso decenni di impegno e amicizia nella comune “casa” di Sant’Egidio. Importanti anche le missioni svolte nel mondo come in Mozambico. Nel 2010viene chiamato a guidare una parrocchia di perbiferia, a Torre Angela. Poco dopo, il 31 gennaio 2012 Benedetto XVI lo nomina vescovo ausiliare di Roma. Il 27 ottobre 2015, Papa Francesco lo nomina alla sede metropolitana di Bolognae il 5 ottobre 2019 lo crea cardinale con il titolo proprio di Sant’Egidio.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata