Certificazione Dop per il puzzone di Moena

0
456

Il Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali ha dato il via libera alla certificazione Dop per il puzzone di Moena

Il formaggio “Puzzone” di Moena, dopo essere entrato tra i “Presidi” Slow Food, ora può fregiarsi anche della certificazione Dop rilasciata dal Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali (Mipaf). A breve, una volta terminati tutti gli adempimenti burocratici, il formaggio tipico della Val di Fassa e Fiemme e del Primiero potrà accedere alle tutele sancite dall’Unione Europea.

 

Il disciplinare di produzione approvato dal Mipaf prevede caratteristiche ben determinate per questo formaggio tipico trentino, che non lasciano spazio ad alcuna imitazione. La produzione, l’area di provenienza del latte vaccino e del trattamento del formaggio fino a completa stagionatura (minimo 90 giorni) coincide con i comuni di tre valli trentine: Campitello di Fassa, Canal San Bovo, Canazei, Capriana, Carano, Castello di Molina di Fiemme, Cavalese, Daiano, Fiera di Primiero, Imer, Mazzin, Mezzano, Moena, Panchià, Pozza di Fassa, Predazzo, Sagron Mis, Siror, Soraga, Tesero, Tonadico, Transacqua, Valfloriana, Varena Vigo di Fassa, Ziano di Fiemme, Anterivo e Trodena. Nette anche le indicazioni relative alle razze bovine utilizzate nella produzione del latte: Bruna, Frisona, Pezzata rossa, Grigio Alpina, Rendena, Pinzgau e loro incroci. Nella lavorazione del formaggio è̀ escluso l’utilizzo del latte ottenuto da bovine alimentate con insilati di qualunque tipo e/o con misceloni, mentre nella razione alimentare media di stalla destinato alle bovine, almeno il 60% del totale foraggio utilizzato deve essere rappresentato da fieno di prato stabile e/o erba sfalciata prodotti all’interno della zona di produzione, salvo deroghe per calamità̀ naturali dichiarate dalla pubblica amministrazione. Un formaggio praticamente a “chilometri zero”, prodotto solo in particolari periodi dell’anno in quantitativi limitati che vanno rapidamente esauriti, che trova sempre più estimatori di quel suo particolare sapore ed odore.