Trentodoc Festival: bollicine di montagna, eccellenza internazionale

Per scoprirle e celebrarle a Trento dal 7 al 9 ottobre con degustazioni guidate, approfondimenti d’attualità, eventi serali, cooking tales, musica, dj set ed esperienze in città e nei vigneti.

0
1548
Trentodoc festival

Anno dopo anno il Trentodoc ha conquistato, grazie alla sua qualità, la scena nel mondo del vino italiano,apprezzato sia dagli operatori di settore che dal pubblico finale: così, per celebrare e diffondere ulteriormente la conoscenza delle peculiarità di questa eccellenza enologica trentina, arriva tra le piazze e i palazzi di Trento il primo Trentodoc Festival, organizzato dall’Istituto Trento Doc e da Trentino Marketing in collaborazione con il Corriere della Sera. Tre giorni utili anche per rafforzare la proposta di enoturismo e delle altre tipicità agroalimentari dal 7 al 9 ottobre si mette a disposizione di un territorio intero.

Numerosi gli eventi organizzati per il primo Trentodoc Festival: ecco i più interessanti, specie per le degustazioni, rimandando per tutti gli incontri con i protagonisti al calendario completo degli eventi all’apposita pagina allestita dagli organizzatori sul sito web dell’evento[ts1] .

Quanto alle degustazioni (tutti eventi a pagamento – 10,00 euro – e su prenotazione), si parte venerdì 7 ottobre ad ore 11.30 presso il Palazzo Osce con un interessante approfondimento sugli effetti del formato della bottiglia sullo spumante Trentodoc specie in quello magnum. Saranno proposte in degustazione di sei etichette Trentodoc in formato magnum condotta da tutti i degustatori del festival: Gabriele Gorelli, Master of Wine; Stefano Berzi, Valentino Tesi, Simone Loguercio, Roberto Anesi, Maurizio Dante Filippi, rispettivamente Migliori Sommelier d’Italia Associazione Italiana Sommelier 2021, 2019, 2018, 2017 e 2016.Trentodoc festival

Sempre venerdì 7 alle ore 17.00 presso la sede degli Alpinisti della Sosat, un approfondimento su come varia il Trentodoc cambiando l’altezza di coltivazione delle uve. Saranno proposte in degustazione sei etichette Trentodoc, le cui uve sono coltivate a diverse altitudini, fino a 700 metri sul livello del mare. Conduce Roberto Anesi, Miglior Sommelier d’Italia dell’Associazione Italiana Sommelier 2017.

Trentino terra di terroir diversi: dal lago alla montagna: che effetti hanno sul Trentodoc? Lo si scoprirà alle ore 19.00 di venerdì 7 a palazzo Ocse con una degustazione a tutto territorio condotta da Stefano Berzi, Valentino Tesie Simone Loguercio, Migliori Sommelier d’Italia dell’Associazione Italiana Sommelier 2021, 2019, 2018, che condurranno gli ospiti alla scoperta di sei Trentodoc, uno per ognuno dei sei distretti di produzione: Rovereto e Vallagarina, Valle dei Laghi e Alto Garda, Trento e Valle dell’Adige, Valsugana, Val di Cembra e Piana Rotaliana.

Sabato 8 ottobre si passa agli abbinamenti tra il Trentodoc e le diverse pietanze, valorizzando la sua versatilità. Appuntamento alle ore 11.00 a Palazzo Ocse.  Con Gabriele Gorelli, Master of Wine, Valentino Tesi e Maurizio Dante Filippi, rispettivamente Migliori Sommelier d’Italia dell’Associazione Italiana Sommelier 2019 e 2016 condurranno gli ospiti alla scoperta delle tipologie e dei dosaggi più adatti ad ogni situazione, attraverso sette esempi di Trentodoc.

Altro fattore che incide sul Trentodoc è il tempo. Sempre sabato 8 a palazzo Osce alle ore 19.00 si affrontano le riserve. Secondo il disciplinare di produzione, 36 mesi è il periodo minimo di maturazione sui lieviti per un Trentodoc Riserva. Almeno 36: tutte le case spumantistiche allungano di molto questo tempo, a tutto vantaggio del prodotto finale. Raccontano sei etichette di questa tipologia Simone Loguercio, Roberto Anesi e Maurizio Dante Filippi, Migliori Sommelier d’Italia dell’Associazione Italiana Sommelier 2018, 2017 e 2016.

A Trentodoc Festival non poteva mancare il Rosè, protagonista alle ore 12.00 a palazzo Bortolazzi sede della Sosat. Trentodoc rosato a tutto tondo: Gabriele Gorelli, Master of Wine, e Maurizio Dante Filippi, Miglior Sommelier d’Italia dell’Associazione Italiana Sommelier 2016, propongono sei Trentodoc rosati con diversi dosaggi e diverse composizioni varietali, nelle versioni Senza annata, Millesimato e Riserva.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata