Sel Spa, prosegue il cammino di riorganizzazione della società elettrica della provincia di Bolzano

0
346
Johann Wohlfarter e Paolo Acuti, rispettivamente direttore e vicedirettore, sono stati scelti per guidare la nuova società energetica e per accompagnare il processo di fusione in corso

 

Sel da sx Mauro Marchi presidente AEW sindaco Merano Paul Rösch Luigi Spagnolli Paolo Acuti Arno Kompatscher Johann Wohlfarter Richard Theiner il sindaco Sebastian Helfer Wolfram Sparber pres SEL 18.59.29A nome della proprietà, Arno Kompatscher (Provincia autonoma di Bolzano), il sindaco Luigi Spagnolli (Comune di Bolzano), il sindaco Paul Rösch (Comune di Merano) e il sindaco Sebastian Helfer (Selfin Srl) in una nota comunicano che con una procedura di selezione effettuata attraverso una ricerca internazionale specializzata è stato individuato il vertice amministrativo della nuova società energetica. La selezione ha riguardato oltre 100 profili di manager altamente qualificati con esperienza internazionale e il necessario bagaglio professionale per accompagnare i prossimi passi del processo di fusione, che presenta ancora alcuni passaggi impegnativi. La nuova dirigenza congiuntamente agli azionisti avrà il compito di superarli e di completare la fusione nel minor tempo possibile.

Il direttore generale è stato individuato nella persona di Johann Wohlfarter, nativo di Brunico, una carriera internazionale in Fiat e nel gruppo Volkswagen che ha mantenuto negli anni profondi legami con l’Alto Adige. Il nuovo direttore generale vanta importanti esperienze nella gestione di grandi imprese nonché nell’accorpamento e nella costituzione di società in Italia e in Germania. Quale vicedirettore generale è stato scelto Paolo Acuti, che ha seguito in modo continuo la fusione delle due aziende prima in qualità di vicedirettore generale e da ultimo come direttore generale di Azienda energetica Spa che si è fusa in Sel spa. L’ampia esperienza di Acuti nel settore energetico, in particolare le sue capacità in ambito amministrativo e finanziario, saranno di grande importanza per il futuro della nuova società.

Gli azionisti sono fiduciosi che il nuovo vertice saprà svolgere il lavoro affidato e accompagnare con successo il processo di fusione. Tutte le parti interessate sono consapevoli che per giungere alla fusione delle due società vi sono compiti ancora più impegnativi da assolvere, ma resta la convinzione di aver intrapreso la strada giusta, che renderà possibile trovare le soluzioni necessarie. Entro settembre seguiranno le nomine dei componenti del consiglio di vigilanza e del consiglio di gestione.