Crack Fingestim, assolto su tre dei quattro capi d’imputazione l’ex vicepresidente

0
94

Luca Ponti, socio fondatore dello studio Ponti & Partners di Udine, ha ottenuto l’assoluzione per tre delle quattro ipotesi di bancarotta fraudolenta contestate dalla Procura di Udine all’ex vicepresidente di Fingestim.

Si tratta dell’indagine che ha coinvolto le società Fingestim spa e Fingestim finanziaria spa, finite al centro di un’inchiesta per bancarotta fraudolenta e fatture false e fallite nel 2010 e nel 2012.

Stando alla tesi accusatoria, alla base della complessa vicenda che ha portato al naufragio finanziario di Fingestim ci sarebbero presunte false fatture per consulenze inesistenti da una parte e la scissione della società con costituzione della Fingestim finanziaria spa dall’altra.

L’esito del processo di primo grado, celebrato davanti al Tribunale collegiale di Udine, assolve su tre dei quattro capi d’imputazione l’ex vicepresidente Mario Raggi, oggi presidente della Net, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti in città e provincia. Assolto su tutti e tre i capi d’imputazione, compresa l’ipotesi di bancarotta per scissione, con la formula “perché il fatto non sussiste”.

A suo carico è stata pronunciata condanna, assieme ad altri due soci, per l’operazione di acquisto per 1,6 milioni di euro della spa Fingestim, che i soci della neocostituita Fingestim finanziaria condussero nel 2005 senza seguire le normative previste.

Scopri tutti gli incarichi: Luca Ponti – Ponti & Partners;