Reputazione turistica, in vetta Trentino Alto Adige, Toscana e Emilia Romagna

A seguire, secondo Demoskopika, Marche, Veneto, Lazio. Necessario ridurre la frammentazione della programmazione turistica riportandolo al centro dell’iniziativa di governo nazionale. 

0
849
reputazione turistica Trento asse via Verdi piazza Duomo dettaglio
Il centro storico di Trento con il Duomo.

Trentino Alto Adige, Toscana ed Emilia Romagna si confermano sul podio della classifica della reputazione turistica delle regioni italiane stilata per il sesto anno consecutivo da Demoskopika, incalzate da Marche, Veneto e Lazio.

Il risultato dell’indagine di Demoskopika presieduta da Raffaele Rio si basa su oltre 144 milioni di pagine indicizzate, poco più di 7 milioni di like e follower sulle reti sociali, ben 53 milioni le recensioni conteggiate e quasi 386.000 strutture ricettive osservate.

Il Trentino Alto Adige resta fisso in prima posizione con 117,0 punti: a pesare più che positivamente sul risultato il primo posto quale destinazione “più social d’Italia” e il secondo posto quale offertaricettiva con il gradimento più elevato da parte dei turisti/consumatori.

La Toscana conferma il secondo posto in classifica generale continuando a posizionarsi in vetta sia alle destinazioni turistiche più ricercate oltre a risultare seconda anche tra quelle ritenute piùpopolari sul web secondo il comportamento dei consumatori.

Terzo posto mantenuto anche anche per l’Emilia Romagna sulla cui performance hanno pesato significativamente le pagine indicizzate su Google quale valutazione iniziale del volume di offerta online della destinazione, la visibilità istituzionale sui principali canali social e un rilevanteposizionamento sul livello di valutazione dell’offerta ricettiva.

Le altre regioni di vertice sono le Marche in quarta posizione, Veneto in quinta e poi a seguire: Lazio, Sicilia, Lombardia, Puglia e Basilicata. All’Umbria spetta il primato della destinazione regionale con la migliore performance rispetto al 2021 meritando un balzo in avanti di ben 5 posizioni nel Regional Tourism Reputation Index: per la destinazione il XIII posto, rispetto al IIXX dell’anno precedente, immediatamente seguita da Marche, Lazio e Campania che scalano di tre posti nella classifica generale sulla reputazione turistica.

«Cresce la voglia di vacanza consapevole da parte del mercato nazionale e internazionale. La scelta della destinazione, del diario di bordo del periodo vacanziero è sempre più “condizionato” da un flusso continuo di informazioni, positive o negative, condivise principalmente sul web. Il vissutoesperienziale del turista incide fortemente sia sul livello di fidelizzazione che sulla reputazionedella destinazione turistica – commenta il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio -. In questa direzione, ogni tentativo di promozione dell’offerta turistica impostata sulla “passività” del consumatore, rischia di fallire in partenza. Dopo il drammatico andamento dei flussi turistici in fase pandemica, i tempi sono maturi per rilanciare il turismo italiano con documento di programmazione strategica del comparto a regia nazionale. In questo quadro attuale ridurre l’attuale frammentazionedel sistema, ad oggi il turismo è di competenza legislativa regionale, è un processo da avviareconsapevolmente anche attraverso una riforma del Titolo V della Costituzione italiana».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata