3.171 controlli eseguiti sui Tir dal 2007 ad oggi in provincia di Bolzano dal Centro mobile di revisione di A22

0
175

Dotato di macchinari moderni e sofisticati, il centro è in grado di ispezionare i mezzi che viaggiano lungo l’autostrada del Brennero individuando in tempo reale eventuali infrazioni.

L’Autoporto Sadobre ha ospitato la presentazione dei dati relativi all’attività del Centro mobile di revisione (Cmr), in azione da oltre 10 anni lungo l’A22. Si tratta di un’officina mobile per la revisione di mezzi industriali e non, che permette una verifica completa ed approfondita dei veicoli in viaggio ad opera di personale qualificato della Motorizzazione ed operatori della Polizia stradale.

Studiato per eseguire una vera e propria revisione del mezzo in tempo reale, il Cmr verifica eventuali sovraccarichi, lo stato degli pneumatici, il funzionamento dei fari e dei sistemi frenanti e molto altro ancora.

L’amministratore delegato di Autostrada del Brennero, Walter Pardatscher, ha voluto specificare che «il settore dell’autotrasporto è per noi uno dei portatori di pubblico interesse importante al quale cerchiamo costantemente di dedicare servizi di qualità per tenere alto il livello di tutela della sicurezza per chi ogni giorno per lavoro passa molto tempo lungo la nostra arteria».

Pensato nel 2006, la Concessionaria lo aveva dato in comodato d’uso alla provincia di Trento e a quella di Bolzano per un uso alternato durante l’anno lungo l’asse autostradale. Dopo la realizzazione della pesa fissa presso l’area di servizio Paganella Est, nel 2016, il Cmr è passato in comodato alla sola provincia di Bolzano che esegue ogni anno circa 500 controlli tecnici su strada di cui la metà mediante l’impiego del Cmr.

«Tra gli obiettivi che vogliamo raggiungere c’è anche quello della lotta all’inquinamento atmosferico – ha specificato il direttore tecnico della società, Carlo Costa -. Grazie ad un approfondito controllo delle emissioni inquinanti effettuato da moderni e sofisticati macchinari siamo in grado di monitorare anche questo aspetto e tenere alta l’attenzione su un tema importante per i territori che attraversa l’Autostrada del Brennero».

L’iniziativa risponde alla crescente necessità di sottoporre i mezzi che transitano lungo l’autostrada a controlli più serrati, soprattutto per quanto riguarda lo stato dei veicoli e il rispetto della normativa vigente. Il Cmr è infatti in grado di ispezionare i veicoli, commerciali e non, sia ai fini della sicurezza stradale che della legittimità della circolazione sul territorio nazionale.

Soddisfatto dell’azione di controllo anche l’assessore ai trasporti della provincia di Bolzano, Florian Mussner: «dobbiamo fare del nostro meglio per garantire la sicurezza tecnica e il rispetto dei limiti di emissioni inquinanti dei mezzi di trasporto su gomma lungo l’asse del Brennero. Sicurezza e tutela dell’ambiente sono ambiti che interessano tutti noi e sono tematiche che non possono soffrire per motivi di risparmio».

Il centro s’inserisce in una più ampia cornice di controlli che Autostrada del Brennero esegue lungo la tratta di propria competenza e che vedrà, nei prossimi mesi, anche la realizzazione di una stazione di controllo fissa a Vipiteno.